SARONNO – Lutto anche alla sezione Aia di Saronno per la scomparsa, a soli 54 anni, dell’arbitro Stefano Farina. Farina ad inizio 2013 era venuto proprio nela città delgi amaretti per una lezione tecnica rivolta alle giovani “giacchette nere” della zona, un affollato appuntamento che si era tenuto all’auditorium “Aldo Moro” di viale Santuario, con oltre cento presenti. Era stata una riunione tecnica nella quale Farina aveva conquistato tutti anche con aneddoti e suggerimenti.

Lo ricorda su Facebook il segretario della sezione saronnese, Giulio Gervasini:”Credo servano poche parole e probabilmente poche ne sono rimaste. E’ stato un onore conoscerlo in quella lezione tecnica nel lontano marzo 2013, quando, attento ed appasionato, raccoglievo ogni sua parola, ogni sua riflessione in un block notes. Da quella lezione tecnica è emerso un grande arbitro e una grande persona”.

Ecco la nota emessa oggi dall’Aia, Associazione italiana arbitri, sulla scomparsa di Farina.

All’età di 54 anni, improvvisamente, ci ha lasciato l’ex arbitro internazionale ed attuale Responsabile della Can B, Stefano Farina. Arbitro della sezione di Novi Ligure dal dicembre del 1979, ha debuttato in Serie A nel gennaio del 1995 dirigendo complessivamente 236 gare della massima serie e 117 di Serie B. Ha diretto due finali di Supercoppa Italiana e la finale di Supercoppa Europea del 2006. Osservatore Uefa, è stato Rappresentante degli arbitri in attività e responsabile della Can D e della Can Pro. Il Presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, ed il vice Narciso Pisacreta, insieme ai componenti del Comitato nazionale, al responsabile del settore tecnico arbitrale Alfredo Trentalange, ai responsabili degli irgani tecnici nazionali, ai componenti della Can B, Cristiano Copelli e Gabriele Gava, anche a nome dei 35 mila arbitri italiani, esprimono alla famiglia di Stefano profondo cordoglio e vicinanza. Si uniscono il segretario dell’Aia Francesco Meloni, il vice segretario Massimo Solfanelli, il responsabile della segreteria della Can B Davide Garbini, il direttore responsabile della rivista “L’arbitro” Carmelo Lentino, i coordinatori della redazione e tutto il personale Figc in forza all’Associazione italiana arbitri.

Il presidente della Figc Carlo Tavecchio ha disposto un minuto di silenzio nel prossimo week end su tutti i campi di calcio. Gli arbitri, di tutte le categorie, su indicazioni del presidente dell’Aia, scenderanno in campo con il lutto al braccio. Analoga cosa, su invito della Figc, faranno le Nazionali di calcio. I funerali avranno luogo giovedì 25 maggio alle 10.30 ad Ovada (Alessandria), alla parrocchia di Nostra Signora Assunta.

23052017