UBOLDO – Spaccio senza pudore: sono stati visti all’opera addirittura alle stazioni della via Crucis nel bosco di Uboldo. Stanno ormai diventando una presenza fissa, lo assicura che per lavoro e perchè ci abita, frequenta spesso la zona, che è poi quella ai margini di via per Cerro.

Una attività che si svolgerebbe praticamente ogni giorno, e sin dal mattino quando gli spacciatori al dettaglio arrivano in auto e si posizionano appunto nei pressi delle colonnine delle via Crucis, in attesa dei loro clienti, che a loro volta non tardano mai ad arrivare. Ed a quanto pare resterebbero lì tutto il giorno, portandosi appresso le vettovaglie per non lasciare mai la loro postazione, sino a quando cala il sole ed inizia a diventare buio. La via Crucis nella campagna era stata realizzata alcuni anni fa da artisti locali, come il celebre Fabrizio Vendramin, che avevano dipinto le varie stazioni di questo suggestivo percorso religioso.

(foto archivio)

25052017

4 Commenti

  1. i famosi richiedenti asilo che accogliamo ora anche a saronno…….
    e non li si chiami clandestini ……RAZZISTI!!!!!!!!!!

    • Questi non sono richiedenti asilo… fatti un giro per i boschi e lo potrai constatare di persona. Vengono tutti più o meno dagli stessi paesi e molti sono qui anche regolarmente e da anni.
      Ed è questo il problema, si fa tutto questo can can per 9 profughi, mentre i nostri parchi sono in queste condizioni.

  2. Un bel plotone dell’esercito e retate tutti i giorni… facciamoli uscire dalle caserme, come fosse un’esercitazione e facciamoli divertire un po’ sti poveri soldati.

Comments are closed.