GERENZANO – In corsa per le elezioni del 11 giugno il candidato sindaco Cristiano Borghi e la sua lista (Lega Nord, Fratelli d’Italia, Granducato e Gerenzano viva) calano gli assi.

Dopo l’aperitivo all’Evergreen bar di piazza De Gasperi con l’onorevole Giancarlo Giorgetti, in occasione del quale il deputato della Lega ha avuto modo di incontrare gente e scambiare opinioni, sempre in piazza domenica sera è stata la volta dei dirigenti di Fratelli d’Italia-An: c’erano anche l’onorevole Ignazio La Russa, presidente dell’assemblea nazionale del partito, e l’onorevole Paola Frassinetti, coordinatrice regionale. Alla presenza di un nutrito numero di persone giunte apposta per ascoltare i due politici o fermatesi occasionalmente dopo l’uscita dalla messa, a fare gli onori di casa è stato Demis Guidi, componente dell’assemblea nazionale di Fratelli d’Italia-An e candidato per il consiglio comunale di Gerenzano, dando il via ad un giro di interventi da parte degli ospiti e del padrone di casa, Cristiano Borghi. Questi interventi hanno visto come protagonista assoluto Gerenzano ed i suoi abitanti. Al centro del discorso dell’onorevole La Russa la sicurezza. Ha sostenuto l’ex-ministro della Difesa:”Quando gli altri partiti facevano i giochi delle poltrone in perfetto stile Cencelli, noi ci occupavamo di sicurezza”. Frassinetti ha posto l’accento sulla cultura e sull’identità, mentre Guidi ha parlato di commercio e associazioni di categoria. Il candidato sindaco Cristiano Borghi, destinatario di attestati di stima da parte dei “big” che sono venuti a sostenerlo, ha rilanciato il suo messaggio:”Ri-diamo un’anima a Gerenzano, ponendo l’attenzione sul pragmatismo e sulla concretezza del programma, perseguibile ed attuabile dal giorno successivo le elezioni”.

31052017

3 Commenti

  1. La russa?ah si quello che deve ancora ringraziare berlusconi di aver fatto il ministro..

  2. Siccome è arrivato addirittura Ignazio, allora ci vuole una bella poesia di Indelicato per commemorare l’evento.

Comments are closed.