SARONNO – E’ stata realizzata dai carabinieri di Saronno l’operazione in corso tra le province di Varese, Milano, Torino e Caltanissetta su un traffico di auto rubate  a cui veniva creata una “nuova identità”. I militari hanno ricostruito l’attività di padre e figlio che avrebbero utilizzato un’officina per “ripulire” auto rubate modificandone i numeri di targa e telaio prima di rimetterli sul mercato.

Il Gip del tribunale di Varese ha emesso un ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di 5 persone, tre di nazionalità italiana e due ucraina, con diverse accuse furto, ricettazione e riciclaggio. L’attività dei militari della stazione cittadina è durata diversi mesi, è partita nel settembre scorso, ed ha puntato proprio a ricostruire nei dettagli l’operazione con cui venivano create “nuove identità” a vetture che erano in realtà provenienti da furti. Oggi all’alba, proprio dalla caserma di via Manzoni, è partita l’operazione che ha portato ai 5 arresti. Inoltre ci sono altri due italiani sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

30052017

2 Commenti

Comments are closed.