GERENZANO – Bonifica della ex discarica alle porte del paese, Gerenzano democratica torna alla carica.”Quando iniziai questa mia battaglia personale per la bonifica, tutti mi guardavano come fossi un marziano, un visionario ma, col lavoro e la costanza, ho ottenuto una audizione alla VI commissione ambiente e protezione civile della Regione Lombardia – ricorda Pier Angelo Gianni, capogruppo della lista di centrosinistra e candidato sindaco per le elezioni del 11 giugno – Ho studiato le analisi chimiche ufficiali delle acque e, soprattutto con l’aiuto di Francesco Brunetti, anche lui in lista con noi, ho dimostrato che l’inquinamento della falda c’è, è lì da 50 anni e la barriera di sbarramento non riesce a fermarlo”.

Prosegue Gianni

Ora, a cinque anni di distanza, solo grazie al nostro interessamento, si è riaperto il tema discarica di Gerenzano in Regione, in Provincia, all’Arpa di Varese e anche il Comune di Gerenzano è stato chiamato al tavolo. Finalmente ci sono concrete opportunità per sanare questa parte del nostro territorio, magari con fondi europei oltre che regionali, ma il comune deve darsi una mossa. Deve essere proattivo e guidare il processo. La vecchia discarica è un problema che potrebbe diventare una risorsa nell’ottica di Horizon 2020, il programma europeo che finanzia i progetti per la ricerca e l’innovazione in sinergia con Regione Lombardia e la proprietà. Il tema dei rifiuti è centrale per altri due motivi. Vogliamo proseguire nell’ottica della raccolta differenziata per perseguire il traguardo europeo di “ rifiuto zero” con anche l’istituzione di un mercatino del riuso. Inoltre riteniamo importante affrontare alla radice il problema dell’abbandono di rifiuti nel territorio.

03062017