SARONNO – Oltre 200 persone tra cui molti ragazzi hanno deciso di aderire all’invito dell’ammininistrazione comunale di vivere l’emozione della partita della finale di Champions League in piazza Libertà. Dopo gli europei dell’estate scorsa è la prima volta che l’evento sportivo viene trasmesso nella piazza centrale.

Il maxi schermo, più grande e luminoso rispetto a quello degli europei, è stato posizionato nel pomeriggio tra la piazza e via Mazzini. A partire dalle 20 qualche provvidenziale nuvola a coperto il cielo rendendo la temperatura più gradevole e lo schermo privo di riflessi del sole.

Come detto in piazza tanti saronnesi, pensionati, qualche famiglia ma soprattutto gruppi di amici che hanno deciso di seguire il match in piazza invece che a casa o al bar. Presente anche il presidente della commissione commercio Claudio Sala e il sindaco Alessandro Fagioli.

“Un buon successo di pubblico per una partita – spiega l’assessore al Commercio Francesco Banfi che ha seguito l’intera iniziativa dall’ideazione allo smontaggio dello schermo – che era iniziata con grandi speranze: fra molte possibilità, due chiare occasioni per la Juve, ma il primo a finalizzare è stato il Real. Un grandissimo gol con una rovesciata da manuale non è bastato”. L’esponente della Giunta conclude con un ringraziamento allo sponsor, AutoTorino, che ha sostenuto i costi dell’iniziativa.

15 Commenti

  1. altro flop….duecento persone per un avvenimento calcistico così importante.

    Voglio proprio vedere se lo sponsor ri-caccerà altri soldi per altre iniziative in piazza (ammesso che non ci sia anche il contributo del comune, vista la presenza di autorità del comune, usare autorità nel caso specifico mi fa venire il mal di pancia).

    P.S: Fagioli qui presente…non si vergogna neppure un briciolo

  2. Se 200 persone prr una finale champions di una squadra italiano sono un “buon successo di pubblico” è davvero tutto un dire!
    Forse è meglio che si riveda qualcosa.
    Adesso aspettiamo la notte bianca, dopo dirá che ci sono state “folle oceaniche”!
    Magari si fará convinto che non è mestiere suo.

    • Le altre squadre italiane, con arbitri stranieri, non mi pare abbiano vinto delle coppe, caro il mio rosicone interista.

  3. Povero consigliere e Segretario Sala. La Lega che fa figure pessime ed i gobbi che perdono. Un week end da dimenticare …

  4. L’evento calcistico vissuto per pochi intimi in piazza può essere interpretato come il presagio per questa Amministrazione leghista. La sconfitta calcistica di una squadra mal guidata e sopravalutata da un’informazione servile di parte è il parallelismo con questa Giunta leghista che inevitabilmente evidenzia ogni giorno il risultato negativo della propria attività politica in questa città di Saronno.

    • nel secondo tempo ho fatto un rapido calcolo: 30 persone sedute sui gradini della chiesa, altra trentina in disparte verso fontana/bandiere (perchè panchine e gradino, quindi sedute) davanti allo schermo a spanne saranno state 150 poi altri gruppi di dieci persone sparpagliate qua e là si può presumere tra le 200 e le 300 persone che hanno vissuto il centro cittadino. Se considerate chi ha visto la partita comodamente sul divano, nei locali o è andato a Torino non credo sia un flop.

      • Secondo me lo sponsor non pagherà più.. Quelle persone le riempio io nel mio pub per una partita di semifinale…

  5. Diciamo grazie all amministrazione che per una sera ha reso viva la piazza di Saronno! Sapete solo lamentarvi poi abbiamo visto la precedente amministrazione lo schifo che ha fatto!!!

  6. Licata non c’era per zizzanie politiche?…lui è della giuve se non ha cambiato pure squadra…

  7. Praticamente c’era più gente alla festa del 2 giugno auto-organizzata. Bene così!

Comments are closed.