GERENZANO – E’ iniziato il conto alla rovescia in vista delle elezioni amministrative di Gerenzano programmate domenica 11 giugno. Il gruppo d’opposizione di centrosinistra di Gerenzano democratica lo scorso fine settimana ha incontrato i cittadini con un gazebo allestito in centro ed il candidato sindaco Pier Angelo Gianni si è soffermato tra l’altro sul tema “trasporti”:”Tra i nostri candidati al consiglio comunale – ricorda – ci sono diverse persone che, tutte le mattine, prendono il treno diretto a Milano per motivi di lavoro e di studio, pertanto, il disagio che provate tutti i giorni mi è stato ben rappresentato. Le amministrazioni che si sono succedute a Gerenzano hanno sempre ignorato il problema dei pendolari. E mentre il numero di persone che tutti i giorni vanno in stazione a prendere il treno aumentava, i disagi crescevano. Oggi, quando i treni arrivano alla stazione di Gerenzano-Turate, dopo aver fermato in tutte le stazioni da Varese in poi, sono già stracolmi di passeggeri. So che non solo sedersi è quasi sempre un miraggio, ma anche che siete spesso costretti a viaggiare stipati fin quasi a soffocare”.

Continua Gianni:”Trenord deve prendere atto che la stazione di Gerenzano-Turate serve un bacino di utenza di due comuni, Gerenzano e Turate che, insieme, arrivano quasi a 20 mila persone e che pertanto non può continuare a considerarla una piccola stazione di campagna. Si tratta, infatti, di un numero di persone superiore a quelle che abitano a Tradate, dove quasi tutti i treni diretti fermano. In caso di vittoria alle elezioni mi impegno a prendere immediatamente contatto con il sindaco di Turate per concordare, insieme a lui una serie di richieste da presentare a Trenord per rendere più vivibile la situazione dei treni che dovete prendere tutti i giorni. Sono convinto che se ci dovessimo presentare uniti potremmo, per esempio, chiedere di far fermare almeno un treno diretto nella fascia tra le 7.30 e le 9.30″.

05062017

1 commento

Comments are closed.