SARONNO – Saranno i piccoli calciatori del Gs Robur e dell’Amor Sportiva a rappresentare Saronno e l’Italia al Tournoi International Avenir Ulrich Ramé 2017 che si terrà a Challans, città gemellata con la città degli amaretti, che ospiterà la competizione che vedrà scontrarsi 96 squadre di 62 club provenienti da 5 nazioni.

Per la prima volta dunque, malgrado i diversi sistemi scolastici italiano e francese e gli impegni sportivi dei baby calciatori il gemellaggio avrà una declinazione sportiva

“Società Football Club de Challans – hanno spiegato dal Comune stamattina in conferenza stampa – ha formalizzato l’invito a metà gennaio e, così come Comune e associazione gemellaggio, abbiamo provveduto a convocare tutte le società calcistiche che avessero le due fasce d’età oggetto del torneo al fine di poter avere due squadre che rappresentassero Saronno”. A rispondere con entusiasmo è stata la società Gs Robur, mentre, a causa di precedenti impegni, le altre società con rammarico hanno dovuto rinunciare. In itinere si sono aggiunti 5 ragazzi dell’Amor Sportiva che completano la rosa.

Così è partita questa avventura che vede Saronno protagonista di una manifestazione che accoglie 96 squadre di 62 club provenienti da 5 nazioni: Italia, Bielorussia, Marocco, Algeria e naturalmente Francia. “Saronno è chiamata a giocare e rappresentare tutto il calcio italiano e tutto ciò grazie al gemellaggio che da anni la unisce con la città degli amaretti”. I calendari prevedono gironi a 6 squadre, le partite verranno disputate tutte a Challans, mentre le squadre saranno ospitate nei camping lungo la costa. I numeri sono veramente impressionanti: 1.200 ragazzi a cui si devono aggiungere 3 dirigenti accompagnatori,  obbligatori per ogni squadra.

La delegazione di Saronno, condotta in questa avventura dall’assessore allo Sport Gianpietro Guaglianone, si compone di 27 giocatori, 6 dirigenti di panchina, 2 rappresentanti del Comune e dal vicepresidente dell’Associazione Gemellaggio. “Ho voluto questa presentazione – ha esordito stamattina il sindaco Alessandro Fagioli – perchè trovo sia giusto condividere con la città questa bella iniziativa che dà ai nostri talenti la possibilità di vivere una bella esperienza sportiva ed anche personale”.

“I ragazzi sono davvero molto entusiasti ed emozionati – spiega Massimo Ceriani dirigente Gs Robur – credo che potendo salterebbero già sul pullman. Li emoziona non solo l’aspetto della competizione sportiva quanto quello della trasferta all’estero con compagni e amici”. Effettivamente la partecipazione al torneo sarà anche l’occasione per conoscere la Vandea e la città di Challans: “Per i nostri piccoli sportivi sarà un’opportunità per conoscere una nuova realtà dal punto di vista calcistico ma anche personale” conclude l’assessore allo Sport Gianpietro Guaglianone.

3 Commenti

    • Si fanno i tornei a Challans proprio per dare visibilità al calcio saronnese e aiutarlo. Poi chi vuole partecipare, partecipa.

  1. Mah! Quando anche Saronno potrá ospitare simili manifestazioni? Ahh, giá …manca ancora lo stadio ??

Comments are closed.