SARONNO – Sono molti i saronnesi che sono rimasti stupiti nel vedere le misure di sicurezza, anzi di protezione come le hanno chiamate i vigili, prese dal comando di piazza Repubblica in occasione del concerto per il trentennale della radio comunitaria Radiorizzonti. Sabato sera con la stazione mobile e due vetture il comando ha blindato piazza Liberà bloccandone tutti gli accessi.

Oltre alla presenza di diverse agenti in servizio, infatti, la polizia locale ha posizionato diversi mezzi tra quelli in dotazione di traverso a bloccare tutti gli accessi della piazza. In sostanza le principali arterie che possono essere utilizzate per bloccare la piazza (via Roma, piazzetta Portici e corso Italia) sono state rese offlimits ai mezzi dalle pattuglie della polizia locale. Difficile non pensare ad una misura legata alla paura che un mezzo potesse piombare sui 600 spettatori del concerto.

Del resto è proprio quello che i vigili hanno spiegato con semplicità ai saronnesi che hanno chiesto spiegazioni sulla scelta di disposizione dei mezzi. “Nessun preoccupazione – hanno chiarito a diversi cittadini – solo una misura di protezione per garantire che nessuna vettura possa entrare in piazza e creare problema.

11062017

17 Commenti

    • Che commento stupido… non hanno recintato la piazza, hanno posizionato auto per impedire accesso ad altri veicoli… ed essendo auto potevano essere velocemente spostate…

    • Tranquillo ci sono via Leopardi via Garibaldi il vicolo che porta in piazza de Gasperi il corso via Roma! Quindi smettetela di tirar fuori aghi da un pagliaio

    • Le vie di fuga si vedono bene anche nelle foto.
      Semmai accesso di eventuale ambulanza sarebbe stato più problematico, ma muovere un mezzo della PL comporta pochi secondi di ritardo.

      • Pochi secondi per un mezzo di soccorso potrebbero fare la differenza, comunque. Mi auguro che su ogni mezzo ci sia una persona pronta a spostarlo subito, ma mettiamo caso che ad esempio si crei un assembramento di persone intorno al mezzo.
        Sicuramente è un bene predisporre misure di sicurezza ma forse qualcosa va rivisto. Magari i mezzi di soccorso hanno già una via d’accesso e d’uscita prevista, ma poi dipende anche dalla posizione.

  1. sono pronti per l’Isis e non per i Telos…. poi basta sentire parlare il Sindaco nella serata di ieri e capisci in che buco nero è finita Saronno.

    Il grave che pensano pure di essere bravi

  2. Avete sempre da polemizzare. Intanto su ogni mezzo c’era un vigile quindi non parlate se non eravate presenti. In caso di emergenza l’auto veniva spostata prima in un secondo.
    Ben vengano queste misure di protezione. Quanto ai Telos Sindaco e polizia non possono fare nulla se autorizzate dal prefetto.

    Grazie alle forze dell’ordine e all’amministrazione comunale.

    Pienamente soddisfatta

  3. C’ERANO E COME, ANCHE da COME SI VEDE DALLA FOTO LA GENTE PASSEGGIA IN MEZZO A CORSO ITALIA E POI C’ERANO ANCHE I PORTICI
    MA A SARONNO QUALSIASI COSA SI FACCIA NON VA MAI BENE NULLE
    UN PLAUSO ALLA POLIZIA LOCALE PER AVER PREVISTO ANCHE QUESTO

  4. Ma….Isis (che tra l’altro non si sa se esiste) ha attaccato Londra, Parigi, Bruxelles…e viene a Saronno??? Poi in Italia…basta vedere Torino, con un petardo si sono ferite 1500 persone…Non verrebbero mai qui a perdere tempo!!! Gente, tornate a respirare e a vivere la vita…lontani da Facebook e TgCom. Sara pubblica grazie

Comments are closed.