SARONNO – Siglato il protocollo d’intesa fra l’associazione antiracket Sos Italia libera e il Comune di Saronno. Un accordo nell’ottica di attivare sinergie di attività da realizzarsi per il contrasto e la prevenzione del racket e dell’usura, tramite la promozione di iniziative dedicate anche attraverso la collaborazione delle forze dell’ordine, la progettazione di campagne informative per la prevenzione e diffusione della cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro rivolte direttamente ai cittadini; il monitoraggio dei fenomeni di racket e usura, pure in collaborazione con enti e istituzioni private.

In sostanza, tutti coloro che avranno problemi di racket o usura sul territorio possono trovare un aiuto fattivo direttamente rivolgendosi al Comune di Saronno, che immediatamente provvederà a mettere in contatto chi ne avesse bisogno con i responsabili di Sos Italia libera.”Con questo accordo vogliamo aggiungere un altro tassello utile per la sicurezza dei nostri cittadini – spiega il sindaco Alessandro Fagioli – chi avrà bisogno di aiuto potrà rivolgersi ad esempio alla nostra polizia locale o agli uffici municipali per ottenere importanti indicazioni su come affrontare tali problematiche. Non dobbiamo sottovalutare nulla, in questo caso la nostra collaborazione con Sos Italia ci permetterà di venire incontro alle esigenze di chiunque abbia a che fare con una problematica di tale tipo”.”Sos Italia libera opera sul territorio da 25 anni – fa presente il presidente Paolo Bocedi, assieme al collaboratore Vincenzo Fioretti – in questo lasso di tempo abbiamo aiutato tantissimi imprenditori a risollevarsi dopo aver avuto a che fare con esperienze difficili. Offriamo il più completo supporto, da un primo approccio all’assistenza legale fino alla possibilità di reperire fondi per riprendere le proprie attività. Farlo anche in questo territorio significa fare un ulteriore passo in avanti nel combattere questa piaga”.

15062017

10 Commenti

  1. cosa assolutamente inutile, un protocollo con una associazione a dir poco evanescente.

    il generale Sala però sempre in prima linea…..

  2. Ora il patrocinio del Comune di Saronno ha assunto la nuova veste del protocollo d’intesa?
    Quindi ci dobbiamo aspettare che anche le altre associazioni dalle finalità sociali simili presenti sul territorio saranno invitate a sottoscrivere un protocollo con questa Amministrazione? Cosa non si fa per quell’attimo di visibilità.

  3. Ho visto dei commenti caustici, non capisco perche’invidia per chi fa delle buone cose col volontariato?Come si fa a parlare in questo modo, conosco Paolo da 21 anni gia’ facevamo antiracket e antiusura, sapete quante denune ha fatto?’quante famiglue ha salvato?Quanti mafiosi ha mandato in galera, veramente ha mandato in galera anche un Commissario antiracket porco e corrotto, sapete che e’stato uno dei primi a denunciare estorsione mafiosa al nord, che gli hanno sparato?Ho idea che voi non conosciate il valore di Paolo, apprezzato da Giudici e Forze dell’ordine e amato da tante vittime salvate. Siamo grati anche noi dell’ANVU, per questo protocollo d’intesa, grazie al Sindaco di Saronno, non significano certo milioni di euro che altri percepiscono, noi facciamo volontariato e voi? Non avete neanche le palle di firmarvi, un businnes andato in fumo grazie a SOS ITALIA LIBERA? Be’mi dispiace per voi, in bocca al lupo e buon lavoro amico mio, e voi quanto avrete fatto la meta’di quello che ha fatto Paolo per gli altri in questi anni, forse potrete scrivere qualcosa, buona serata. IL Presidente ANVU Franca Decandia.

  4. Finalmente persone che fanno fatti e cose assolutamente necessarie e di buona civiltà e giustizia

  5. Grandissimo Paolo il nostro Presidente.
    Il tuo impegno per la legalità ti fa e ci fa onore!!!
    Ora aspettiamo la risposta del nuovo Prefetto di Reggio Emilia per l’apertura della sede.

    Malvolti Roberto
    Referente Emilia Romagna Sos Italia libera

Comments are closed.