SARONNO – Sono scattate le manette ai polsi del 36enne saronnese che in meno di una settimana ha rapinato un’attività commerciale e scippato un’anziana facendola cadere a terra e provocandole ecchimosi ed un lieve trauma cranico.

Al termine di un’attività d’indagine dei carabinieri della compagnia di SAronno coordinata da Nadia Calcaterra, sostituto procuratore alla procura di Busto Arsizio, è arrivata l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip a carico di un 36enne saronnese con alle spalle problemi con la legge pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. Tutto è iniziato lo scorso 15 aprile quando in tarda mattinata, aveva rapinato l’enoteca Ronzoni di via San Giuseppe, minacciando il titolare con un coltello. Il malvivente indossava un cappellino da baseball calato sugli occhi per rendere più difficile la sua identificazione. Il bottino era stato di poco più di 100 euro.

Pochi giorni dopo, il 20 aprile, il 36enne si era reso responsabile di un’ulteriore rapina ai danni di una 73enne di Saronno, spinta a terra mentre passeggiava in via Legnani. La vittima aveva riportato un lieve trauma cranico ed alcune ecchimosi per un bottino di 20 euro. A preoccupare i carabinieri il fatto che il malvivente avesse avvicinato più volte mentre camminava l’anziana, con il pretesto di chiederle delle informazioni allo scopo di carpirne la fiducia e poterla aggredire all’improvviso.

Grazie ai filmati della videosorveglianza ed alle testimonianze delle vittime e dei presenti, nel caso della rapina all’anziana la testimonianza di un nordafricano che transitava di lì per caso, i carabinieri hanno permesso di identificare il 36enne che del resto è un volto già noto ai militari saronnesi.
Nelle ultime ore l’uomo è stato tradotto al carcere di Busto Arsizio a disposizione del gip Luisa Bovitutti che lo interrogherà nei prossimi giorni.

13 Commenti

  1. Bene, pena giusta.
    Fosse stato tunisino o marocchino o egiziano avrebbe avuto lo stesso trattamento o lo avrebbero denunciato a piede libero?

    • No sono solo il 90% a fronte di un 10% circa di presenze.
      Hai capito qual’ė la differenza ???

  2. Infatti la maggior parte e’ extracomunitario. Giusto il carcere ma per tutti e non solo per gli italiani!

    • quando fa comodo alle vostre tesi (ammesso che sappiate cosa siano, cosa di cui dubito assai) allora il fatto che le carceri siano piene di extracomunitari vi va bene. Decidetevi, ma i gonzi che credono alle vostre sciocchezze sono sempre meno

      • voi invece sapete benissimo cosa sono le “tesi”…infatti vivete solo di quello!
        Realtà zero.

        • la realtà l’abbiamo di fronte con questa amministrazione…. direi arrivata al capolinea

  3. Abbiamo già i nostri malviventi. Non ci servono quelli di altri paesi.

    Trovo veramente puerile il pensiero “ah allora se lo fanno gli italiani perché i marocchini no?”
    All’asilo Mariuccia farebbero delle osservazioni più logiche e sensate.

  4. 36 enne saronnese, chi è ? dovrebbe essere famoso un classe 80 … chi è questo eroe ?

Comments are closed.