SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’intervento del segretario cittadino della Lega Nord Claudio Sala in merito all’uscita dalle commissioni consigliari dei Popolari.

“C’è chi amministra per i saronnesi e chi si propone per una cadrega”

Le motivazioni, apprese dalla stampa, che hanno portato i Popolari all’addio dalla maggioranza ci risultano pretestuose in quanto su tematiche come migranti, teatro ed area feste, il programma elettorale del Sindaco è sempre lo stesso di due anni fa, quando i Popolari decisero, in piena autonomia, di invitare il proprio elettorato a votare al ballottaggio per Fagioli.

I popolari dovrebbero invece riconoscere la lungimiranza del Sindaco che, due anni fa, ha voluto concedere loro la possibilità di farsi sentire nell’opera di risanamento di una città ereditata disastrata, ma purtroppo qualcuno dei membri dei popolari ha preferito screditare l’amministrazione attraverso i social anziché interfacciarsi con il Sindaco o con le segreterie politiche.

Dispiace dover informare gli elettori dei popolari che tra i propri rappresentanti-non-eletti si trovano personaggi che si sono impegnati a cercare un posto in giunta, successivamente proporsi come capo ufficio del tanto criticato staff del Sindaco ed infine concludere le personali richieste con una presidenza in commissione.

Inoltre ci sono rappresentanti dei Popolari che hanno avuto il coraggio di criticare l’amministrazione anche quando la stessa ha portato l’Assessore regionale alla cultura in visita a Palazzo Visconti.

Lo stesso palazzo che vide in prima linea un rappresentante dei Popolari proporsi ed adoperarsi per trovare i mezzi economici necessari al risanamento dell’edificio; di tali finanziatori e progetti, a distanza di mesi, l’amministrazione sta ancora aspettando notizie dal proponente.

Dispiace per Emilio Basilico e Massimo Beneggi, ma Lucio Bergamaschi avrebbe dovuto avere la decenza di andarsene prima.

L’elettorato dei Popolari sappia, comunque, che nulla è mai pervenuto all’amministrazione dai referenti del partito, se non richieste di cariche “ad personam”.

19062017

25 Commenti

  1. SAC invece ne ha pretese ben due importanti, più qualche “cadreghetta” stile popolari.
    E come ci restano incollati, per non pendere “nè a destra nè a sinistra”!

    • Hai ragione, ma con che faccia i due assessori di SAC restano impassibili al loro posto: sono semplicemente allibita.

      • Cosa c’entrano i popolari con sac, i primi hanno perso le elezioni e sono all’opposizione, i secondi sono in maggioranza

        • Mai, continua a tacere come fai in consiglio comunale.Al primo turno ne SAC e ne i Popolari sostenevano Fagioli, al secondo entrambi si. Per cui sono (erano) nella medesima posizione.

  2. Ma se quasi tutta la giunta, presidente del consiglio comunale compreso, si sono “accomodati” a Saronno dopo aver perso la sedia altrove (Vamzulli a Gerenzano) o per avere un reddito decente.

  3. automa stocastico “verde”…

    .. strano un gruppo fa una comunicazione stampa

    esce da tre commissioni dove era presente come membro di maggioranza quindi in sostituzione di qualche eventuale leghista che ne avesse le competenze

    …e adesso si scopre che tutto questo è frutto della manipolazione di un solo personaggio

    …..Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dalla Lega

  4. questa è la prepotenza leghista. buoni per arrufianarsi i popolari per conquistare il potere e poi li insultano perchè finalmente aprono gli occhi sulla disastrosa amministrazione. solo sac non molla. lo stipendio vale più dei valori cristiani ricevuti. banfi ritirati e ritorna a coordinare le processioni

  5. Cercavano solo visibilità e…. poltrone, non le hanno trovate con Gilli e ci han provato con la Lega, che coerenza di ideali!!! La prossima volta al ballottaggio appoggiate il PD!!! Purtroppo o per fortune hanno avuto quello che meritavano.

  6. Finalmente un segretario cittadino che usa la spada e non lo stuzzicadenti ! Ditele tutte le “richieste politiche” che vi hanno fatto… Dai Popolari a Forza Italia da Sac ai 5 Stelle! La verità ti fa male lo so….

    • I 5 stelle NON hanno chiesto niente, propongono idee o votano a favore di idee che condividono oltre a fare una opposizione dura quando serve o costruttiva per il bene della città.

    • Si dai, racconta di tutto quello che ha promesso la Lega e non mantenuto. Racconta degli accordi sottoscritti e firmati con SAC e Forza Italia che avete disatteso dopo le elezioni. Bravo Claudio, bravissimo.

  7. Leggendo l’eccellente (???) comunicato del segretario leghista si scoprono gli altarini….. “I popolari dovrebbero invece riconoscere la lungimiranza del Sindaco che, due anni fa, ha voluto concedere loro la possibilità di farsi sentire nell’opera di risanamento di una città ereditata disastrata, ma purtroppo qualcuno dei membri dei popolari ha preferito screditare l’amministrazione attraverso i social anziché interfacciarsi con il Sindaco o con le segreterie politiche” .. Quanta ipocrisia elargita gratuitamente da questo leghista. Oggi la città è gravemente disastrata in ogni settore e servizio pubblico ed è merito proprio della Lega saronnese perseverare ed aggravare la precarietà generale per l’incompetenza e l’approssimazione di questa Giunta. Non è una percezione ma una constatazione dei Saronnesi.

    • Dai va la te vedi una realtà che si dimentica degli investimenti fatti in due anni in scuole e strutture per le associazioni sportive, oltre che gli oltre 1,5 kg di droga sequestrata dalla polizia locale quando con la precedente amministrazione si decise ti togliere ogni potere agli agenti… ve lo ricordate il servizio delle iene.

      Che ci sia tanto da fare è vero, ma di sicuro i numeri dicono che non è peggiorata

    • una constatazione dei saronnesi?!? … li hai sentiti tutti o parli dei tuoi quattro amici?

Comments are closed.