CERIANO LAGHETTO – Caccia a chi forse involontariamente ma con tanta incoscienza ha causato l’incendio che fra domenica e lunedì notte si è sviluppato nel Parco Groane, con fumo visibile anche da Saronno. I vigili del fuoco, che hanno spento le fiamme anche con l’aiuto di un elicottero, hanno adesso ricostruito con precisione l’accaduto e tracciato anche un bilancio dei danni.

Un incendio che è stato contenuto grazie al tempestivo intervento dei pompieri ma complessivamente sono stati danneggiati due ettari di bosco, superficie non trascurabile mentre sulle cause, l’ipotesi è che siano da ascrivere ad un falò sfuggito ad ogni controllo. Su chi sia stato ad accenderlo non è difficile sbilanciarsi: da quelle parti, l’incendio è partito nel bosco fra la periferia di Solaro e la “famigerata” stazione di Ceriano Groane della linea ferroviaria Saronno-Seregno, sono soliti appostarsi gli spacciatori di droga, che spesso accendono dei fuochi per cucinarsi il cibo in attesa dei clienti.

20062017