CERIANO LAGHETTO – Un centro massaggi a Ceriano Laghetto, uno a Monza ed uno a Cesano Maderno: secondo i carabinieri li gestiva sempre la stessa persona, un 46enne di Gatteo a Mare in provincia di Forlì, e nei centri oltre ai massaggi venivano proposte anche prestazioni sessuali a pagamento. Per questo motivo i militari del comando monzese hanno fatto scattare le manette ai polsi all’italiano.

Nei centri massaggi si sarebbero alternate dodici giovani italiane, e sempre secondo i carabinieri avrebbero fatto a metà degli incassi con il “titolare”, che infatti è stato adesso chiamato a rispondere sfruttamento, induzione e favoreggiamento della prostituzione. L’inchiesta aveva preso avvio nel febbraio scorso quando i tutori dell’ordine avevano fatto irruzione nel centro massaggi di Monza, dove avevano sorpreso tre prostitute ed avevano sequestrato oltre 1500 euro, ritenuti proventi della prostituzione e per questo motivo posti sotto sequestro. In Italia non è illecito prostituirsi (e infatti nei confronti delle ragazze non sono stati presi provvedimenti), ma illecito è lo sfruttamento ed il favoreggiamento.

(foto archivio)

22062017

2 Commenti

Comments are closed.