SARONNO – Villa Gianetti, situazione sotto controllo. “Come sapete è bruciato il gazebo che era presente nel cortiletto retrostante la struttura e le fiamme hanno lambito gli uffici al primo piano della Saronno Servizi – afferma il vice sindaco e assessore al patrimonio Pierangela Vanzulli – Siamo prontamente intervenuti dopo l’eccellente lavoro posto in essere dai vigili del fuoco che hanno domato l’incendio, ed in collaborazione con i carabinieri, presente il capitano Pietro Laghezza, abbiamo subito messo in sicurezza la Villa in attesa di poter fare la conta dei danni. Siamo già intervenuti, in collaborazione con la Saronno Servizi, sulla parte superiore del primo piano che ha subito un danno di riflesso rispetto all’incendio principale, ma che ha patito a sua volta a causa del fuoco che ha intaccato i serramenti. Fortunatamente il fuoco non è propagato all’interno”.

Prosegue Vanzulli: “Comunque il presidente Alberto Canciani, in collaborazione con direttore generale Giordano Romano, hanno provveduto subito alla messa in sicurezza della documentazione. Nella giornata di ieri poi è stato ripristinato l’impianto elettrico, ed è stata effettuata la pulizia dei luoghi. Per la parte di competenza del Comune, abbiamo dato mandato all’elettricista di intervenire nella parte del piano terra per verificare lo stato generale dell’impianto. Abbiamo dato incarico di mettere in sicurezza degli infissi, in quanto essendo la Villa di proprietà dal Comune, a noi competono tali interventi. Infatti l’impresa è già all’opera per la messa in sicurezza dei serramenti”.

E ancora: “Abbiamo poi attivato le assicurazioni aprendo i sinistri ed, a tal proposito, informiamo che non possiamo intervenire con la rimozione di quanto resta del gazebo e dei detriti, in quanto i periti della assicurazione debbono effettuare le perizie quindi rimarrà tutto congelato fino a quando non avverrà questo sopralluogo. Aggiungo che si tratta di rifiuti tossici nocivi il cui smaltimento sarà veramente costoso. I danni sono consistenti, al momento non li abbiamo quantificati nel dettaglio perché siamo ancora in fase di emergenza, ma ritengo che possa aggirarsi attorno ai 50 mila euro. Ovviamente abbiamo poi provveduto alla sicurezza immediata del luogo piantonando ogni notte la Villa. Ringraziamo i carabinieri che ci forniscono un graditissimo ed essenziale supporto con i loro passaggi attenti e ripetuti nella notte, così come i volontari dell’associazione carabinieri in congedo che controllano in ogni momento la struttura“.

Conclude Vanzulli: “Ringraziamo altresì i vigili del fuoco per il loro pronto e professionale intervento che ha evitato dei danni ancora maggiori e la nostra polizia locale letteralmente in prima fila in quest’emergenza. Per quanto riguarda l’evento dannoso, non ne sappiamo le cause, ma ovviamente un aiuto alla risoluzione del caso potrebbero darcela i filmati che le nostre telecamere hanno registrato. Ovviamente se ci fosse qualcuno che ha notato qualcosa di particolare può rivolgersi a noi o alle forze dell’ordine per dare un contributo”.
“Anche io intendo ringraziare chi, compresi consiglieri comunali e assessori, si è accorto in tempo di ciò che stava succedendo, evitando guai peggiori” afferma il sindaco, Alessandro Fagioli. “Per fortuna i danni, pur importanti, sono stati limitati e grandissima parte della villa si trova in buone condizioni. Ci siamo attivati subito per far tornare la struttura in funzione come lo era prima dell’incendio, che è stato domato con grande velocità da parte dei Vigili del fuoco. Un grazie a chi si è speso in prima persona per affrontare questa emergenza”.

1 commento

  1. quindi l’assessore dice che “si tratta di rifiuti tossico nocivi”, quindi la nube di fumo dell’altro giorno era tossica ?
    si è fatto finta di niente ?

Comments are closed.