SARONNO – Auto depredate nella notte tra via Ramazzotti e via Guanella: i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della compagnia di Saronno guidata dal capitano Pietro Laghezza hanno denunciato un tunisino considerato l’autore di alcuni furti commessi ai danni di alcune autovetture in sosta.

La pattuglia, durante un ordinario servizio di controllo del territorio, ha notato in via Ramazzotti tre auto in sosta con i finestrini infranti. Con un controllo più approfondito i militari si sono accorti che in un paio di esse erano stati asportati alcuni oggetti dalla plancia del cruscotto. È iniziata immediatamente la caccia al ladro che ha portato a fermare, a poca distanza, un tunisino 49enne, che si allontanava nel buio. Bloccato, è stato perquisito e condotto in caserma per ulteriori accertamenti. Addosso non aveva la refurtiva, ma da gli accertamenti seguiti dai militari hanno permesso di scoprire che era l’autore dei furti.
Cruciale la testimonianza di un residenze che ha notato la presenza di un uomo, vestito esattamente come il fermato, quando ha sentito un finestrino andare in frantumi.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri il ladro, per impossessarsi degli oggetti custoditi nelle auto in sosta, lanciava un sasso contro il finestrino mandandolo in frantumi, asportando subito dopo oggetti tipo navigatori e autoradio.

Così il 49enne, irregolare sul territorio nazionale, è stato denunciato alla procura per furto e danneggiamento, nonché per violazione delle norme contro l’immigrazione clandestina. Su di lui è stata anche avviata la pratica per l’espulsione dal territorio nazionale.

(foto archivio)

22072017

8 Commenti

  1. preparatevi a manifestazioni in sostegno di questa povera vittima del razzismo sociale …

  2. State attenti carabinieri perchè la Boldrini vi fa sospendere dal servizio se fermate troppe risorse

  3. se sono sicuri che sia lui il responsabile dei furti… lavori socialmente utili per pagare i danni provocati e poi denuncia…domani cambia paese e ci riprova…

  4. Grazie di aver ridotto l’italia in questa modo…apriamo gli occhi se saremo costretti ad abbandonare il nostro paese!

Comments are closed.