SARONNO – “Perchè Villa Gianetti è stata lasciata nel degrado, quando c’era la possiblità di riaprire il bar sin da marzo?” A chiederlo, documenti alla mano, è Luciano Silighini Garagnani del movimento di opposizione “L’Italia che verrà”. Nel tardo pomeriggio di mercoledì un furioso incendio ha distrutto il gazebo del bar nel cortile interno allo storico edificio di via Roma, sede comunale di rappresentanza.”Il sindaco Alessandro Fagioli dia immediatamente spiegazione ai cittadini sul perché a marzo ha rifiutato di affittare a fare sistemare il bar di Villa Gianetti a un cittadino saronnese desideroso di “fare impresa” in città, pagare un regolare affitto al Comune e riordinare un’area ormai dismessa e diventata pericolosa come il recente incendio ha dimostrato” sbotta Silighini. Che prosegue

Quali sono questi progetti che ad oggi nessuno vede? L’incuria ha portato a un incendio che poteva portare un danno al patrimonio culturale di tutta la città e che ha causato danni economici importanti. Il sindaco ha rifiutato un’entrata certa per il Comune ed il riordino di una struttura. Per quale motivo?

22072017

3 Commenti

  1. Ma quale opposizione non mi sembra che seda in consiglio comunale.in questo momento è solamente un cittadino che si era candidato con una sua lista ma che non ha raggiunto i voti necessari ne per fare parte della maggioranza ne per l’opposizione

  2. Domanda lecita che dovrebbe farsi chiunque: quali sono i progetti su Villa Gianetti, quale la visione strategica ?

Comments are closed.