SARONNO – La situazione di secca del torrente, quella dei vaironi nella pozza di via Tommaseo e soprattutto il rischio che piante o rifiuti possano bloccare il flusso d’acqua che potrebbe arrivare ad essere intenso per i temporali o le piogge di fine estate. Sono questi questi i temi su cui si sono focalizzati i volontari del gruppo comunale di protezione civile che ieri mattina hanno realizzato un sopralluogo nel corso d’acqua che attraversa la città. Sono partiti intorno alle 9 dal parco, zona Cassina Ferrara, e sono arrivati fino in centro città controllando anche alcuni punti in cui il torrente scorre in trincea.

Novità di quest’edizione, che ha visto partecipare anche Mauro Gelmini dirigente del Comune, la scelta di realizzare anche un videoreportage. “Abbiamo individuato – spiega il coordinatore del gruppo Aldo Terrieri – alcuni interventi di prevenzione e pulizia da effettuarsi, in aggiunta a quelli già programmati”. Il sindaco Alessandro Fagioli ha accompagnato dal comandante della polizia locale Giuseppe Sala è andato ad accogliere i volontari al termine del sopralluogo.

Particolare attenzione è stata dedicata alla pozza d’acqua in cui sopravvivono decine di esemplari di vaironi. “La pozza ha una profondità buona – spiegano dall’assessorato all’Ambiente – resta da gestire e controllare che l’acqua garantisca la sopravvivenza dei pesci. In caso di necessità immetteremo nuova acqua dal vicino idranti per garantirne l’ossigenazione”.

19082017

3 Commenti

  1. ma nn è solo il lura che in questo momento è in secca. i fiumi principli lo solo e nn lo deve essere un torrentello?

Comments are closed.