SARONNO – Ad un anno dall’ultimo sopralluogo dell’Amministrazione comunale per fare il punto sullo stato di salute di Palazzo Visconti i tecnici comunali sono tornati nell’edificio civile più antico di Saronno.

Purtroppo la presenza non era per un restauro dei tesori pittorici o architettonici o per il tanto atteso recupero dell’edificio ma per rispondere all’allarme lanciato da alcuni saronnesi che ad inizio agosto avevano notato come le finestre al primo e secondo piano fosse aperte.
Due le ipotesi entrambe preoccupanti: quella di una nuova occupazione dell’ex Pretura da parte di senzatetto a caccia di un riparo per la notte e quella di un cedimento dei serramenti provocato da vento è temporali.

Così per capire l’accaduto i tecnici comunali hanno effettuato un sopralluogo.  Non sono state trovate tracce di incursioni quindi l’ipotesi più probabile è che gli infissi siano stati aperti dal vento. Una circostanza che però crea preoccupazione sul fronte della resistenza dei serramenti. “Abbiamo provveduto – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Dario Lonardoni – alla chiusura e bloccaggio dall’interno mettendo innanzitutto al riparo gli interni delle intemperie”.

“Rimane un ulteriore intervento che deve essere fatto con il cestello dall’esterno – conclude Lonardoni – che sarà effettuato nei primi giorni di settembre”.

(foto archivio)

6 Commenti

  1. A mio parere e forse il più grande insuccesso delle Amministrazioni comunali degli ultimi 20 anni.
    Non so cosa ne pensate, ma a me viene un magone ogni volta che per andare in centro un cittadino debba mandare giù questo sfacelo artistico.
    Capisco i soldi ma lasciarlo così è ingiustificabile…..
    Potrebbe essere una delle zone più belle della nostra città….

    • se vuoi anticipare qualche euro, magari possono iniziare i lavori.

      Vadano in project financing, quello vero…..io non voglio spendere un euro dei miei per un ulteriore trasloco del comune ad esempio, per poi fare come con Villa Gianetti che doveva essere alienata ma l’abbiamo ancora sul gobbo.

      No Grazie

  2. magari per iniziare sarebbe bello poter sistemare la facciata del palazzo cosi per renderlo visivamente meno brutto e togliendo dalla vista quel senso di abbandono che ora da ad ogni Saronnese che passa da quel luogo.

  3. in caso di forte vento le finestre sbattono così forte da far cadere sul marciapiede sottostante frammenti dei vetri, cosa che qualsiasi concittadino può andare a verificare di persona. Piuttosto vendetelo per farci abitazioni private. E comunque fa piacere che nessuno abbia mai chiesto conto a chi lo bruciò….

Comments are closed.