SARONNO – Un incontro a Varese, nella mattinata di ieri, ed una serie di incontri e sopralluoghi in città con i tecnici comunali e i responsabili della sicurezza in città: il Comune è in prima linea nella salvaguardia dell’incolumità delle persone in occasione dei prossimi eventi.

Negli ultimi mesi i rischi evidenziati su questo fronte sono stati diversi, da quello di attentati a quelli di un’eventuale fuga determinata dal panico generalizzato, da qui l’intenzione dell’Amministrazione di predisporre i necessari provvedimenti. Alessandro Fagioli ha partecipato, con gli altri colleghi sindaci, nel corso dell’estate ad una serie d’incontri in Prefettura e proprio ieri mattina è tornato, con il comandate Giuseppe Sala, a Varese dal Prefetto Giorgio Zanzi.

“Su mia richiesta abbiamo organizzato un incontro, ringrazio il prefetto per avermi ricevuto e per essersi voluto confrontare sulla nostra realtà. Ovviamente non posso entrare nello specifico, ma è stato un importante momento di confronto per vedere a che punto siamo con i nostri programmi sulla questione sicurezza e quali iniziative possiamo intraprendere per il futuro”.

Ma non solo a mobilitarsi sono anche gli uffici comunali con una serie di incontri per definire quali misure prendere in occasioni dei prossimi eventi. Non va dimenticato che Saronno era stata apripista quest’estate posizionando mezzi della polizia locale alle principale via d’accesso a piazza Libertà durante il concerto di Radiorizzonti per impedire i rischi di eventuali ingressi non autorizzati di mezzi durante la manifestazione.

07092017

2 Commenti

  1. Ok. Ma il nemico gira a piedi per Saronno. Siamo invasi. Alla sera in piazza sembra di essere in Marocco…nn va bene.
    Via tutti. Saronno Libera.

    • eh si gli autoctoni sono davanti alla Tv a diventare stupidi davanti a Masterchef, l’isola dei famosi e cosucce di così alto valore culturale.

      NdR: certa stampa e Facebook fa passare per genio un saronnese che partecipa a robe del genere.

Comments are closed.