SARONNO – Via i due totem con i defibrillatori in centro città: alla fine l’Amministrazione comunale si è arresa, almeno per il momento, a vandali e ladruncoli. I totem sono stati rimossi, dopo che erano stati nell’ultimi mesi ripetutamente presi di mira.

“Purtroppo così non si poteva andare avanti – chiariscono dal Municipio – Per ora li abbiamo tolti”. I box con i defibrillatori erano comunque vuoti da tempo, gli apparecchi erano stati talvolta danneggiati, altre volte rubati; uno era stato anche poi ritrovato in via Mazzini. Ora l’ente locale intende cercare soluzioni differenti, la volontà è quella di rimetterli ma di fare un modo che risultino protetti dai malintenzionati. L’intenzione è di “restituire” ai saronnesi questo servizio “salvavita” il prima possibile ma, come detto, con modalità diverse rispetto al passato; ed al riguardo si sentirà l’opinione anche delle associazioni locali e di esperti.

(foto: l’ingresso del Municipio in cui è ben visibile il punto in cui era stato posizionato il totem)

07092017

7 Commenti

  1. Bel paese l’Italia. Danneggiare dei dispositivi che potrebbero salvare una vita.
    La dice lunga sul livello che abbiamo raggiunto.
    Mi raccomando continuiamo così a non voler mai veramente punire e stangare.

  2. Una nota per chi scrive questi articoli: utilizza sempre espressioni tipo “il Comune si arrende” etc.. Può dare la stessa notizia – anche e soprattutto nel titolo – con espressioni meno denigratorie dell’Amministrazione, ma maggiormente rispondenti al vero, del tipo” I vandali hanno distrutto ancora una volta il totem che il Comune aveva sistemato infinite volte” etc. A meno che “IlSaronno” sia l’ennesimo giornale del PD….

    • Dubito fortemente che IlSaronno sia un giornale del PD…

      Però è in parte una sconfitta di un’amministrazione che si è proposta ai cittadini strillando ai sette venti che avrebbe risolto ogni cosa in fatto di sicurezza, ma che si sta effettivamente rendendo conto che purtroppo viviamo in uno stato di totale menefreghismo, maleducazione e inciviltà.
      Le promesse elettorali però non devono restare tali, altrimenti si amette la sconfitta.

Comments are closed.