SARONNO – Camp dedicato al “batti e corri” sul diamante di via Ungaretti: lo ha promosso nei giorni scorsi il Saronno softball. E’ ormai la terza edizione annuale, quest’anno c’era stato anche ad inizio estate, ed anche stavolta è stato rivolto a tutti, bambini e bambine. Questo settembre sono stati ventisei i bimbi iscritti, tutti provenienti da Saronno e paesi limitrofi, mentre lo staff è stato composto da Larry Castro, allenatore della prima squadra, e giocatrici sia della formazione maggiore sia delle giovanili. L’obiettivo è stato quello di stare assieme cercando di migliorare nel gioco e prepararsi in un certo modo qualora volessero continuare questa loro esperienza.

“Per tutti loro è stato un divertimento – dice il presidente del Saronno, Pietro Bonetti – e hanno avuto modo di conoscere la nostra disciplina. Abbiamo deciso di riproporre il camp estivo anche per andare in contro alle famiglie, focalizzandoci sulla settimana prima dell’inizio della scuola, un periodo molto stressante per i genitori, che così hanno potuto organizzarsi decisamente meglio e più tranquillamente”. Al camp, per una intensa settimana, la giornata è iniziata tutti i giorni alle 8 di mattina con l’arrivo dei bambini, alle 9 il via dell’attività vera e propria con il riscaldamento, corsa ed anche una parte teorica sul regolamento del gioco, successivamente esercizi per migliorare il coordinamento occhio, braccio, gamba ed esercizi con gli attrezzi, ovvero mazza, palla e guanto. Alle 10.30 una piccola pausa per riprendere fino alle 12.30, ora di pranzo. Dalle 14.30 in poi il riscaldamento e la partita, dove i piccoli atleti hanno avuto modo di mettere in mostra tutto ciò che hanno imparato durante la mattina. Alle 16.30 merenda e poi il rimpete le righe.
Daniele Lucon

19092017