SARONNO – E’ arrivata nelle ultime ore la notizia della convalida dell’arresto del 47enne residente in Veneto accusato di stalking nei confronti dell’europarlamentare saronnese Lara Comi.

L’arresto era avvenuto venerdì scorso ad opera della Digos di Lecco sugli spalti del centro sportivo della Rovinata dove Comi stava partecipando ad un evento benefico contro la violenza di genere.

L’estate scorsa dopo ripetuti episodi, con messaggi e persino pedinamenti, il tribunale di Busto Arsizio aveva emesso un divieto di avvicinamento a carico del 47enne. L’intervento delle forze dell’ordine che l’avevano anche fermato a Saronno con l’auto carica di doni per l’europarlamentare non ha fermato l’uomo che non solo ha continuato a scrivere messaggi all’europarlamentare ma avrebbe anche tentato di avvicinarla nel corso della partita di solidarietà. Non a caso aveva con sè un anello con brillante che avrebbe infatti voluto consegnare a Comi per dichiararle il suo amore.

Così ieri il gip Massimo Mercaldo ha convalidato l’arresto dell’uomo disponendo la misura cautelare del carcere.

(foto archivio: lara comi durante la partita in cui è stato fermato lo stalker)

26092017