SARONNO – Si corre martedì 3 ottobre con partenza alle 12 da via Roma a Saronno la 97° edizione della Tre Valli Varesine, gara entrata a pieno titolo nella storia del ciclismo italiano e internazionale organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Binda in collaborazione con il Comune di Saronno.

La corsa regina – ultima tappa del 21° Trittico Regione Lombardia (Coppa Agostoni, Coppa Benocchi e Tre Valli Varesine) – visto il grande successo riscosso nella scorsa edizione, per il secondo anno consecutivo parte dalla Città di Saronno e, percorrendo circa 200 chilometri, abbraccerà l’intera provincia da Sud a Nord arrivando nel cuore di Varese con traguardo in via Sacco davanti ai Giardini Estensi.
La Tre Valli è una gara categoria 1.HC del calendario europeo UCI.

“Sono stati giorni febbrili per quanto riguarda l’organizzazione, ma grazie all’esperienza fatta l’anno scorso partivamo da basi solide e sicuramente questa partenza sarà ancora un grande spettacolo che vedrà coinvolta tutta la cittadinanza – afferma Alessandro Fagioli, sindaco di Saronno – Anche in questa occasione saranno presenti i bambini delle scuole, che con il loro entusiasmo faranno da cornice a un evento davvero importante. E la presenza di tantissimi campioni sarà un valore aggiunto, per una giornata che speriamo sia supportata dal bel tempo”.

Il tracciato prevede un primo tratto in linea che corre lungo la strada provinciale Varesina e costeggia due laghi quello di Varese e quello di Comabbio. La corsa poi attraverserà gli affascinanti boschi del Parco del Campo dei Fiori per concludersi con 9 giri del famoso circuito cittadino di Varese.

A conferma che la Tre Valli Varesine è una gara dal respiro internazionale e che il tracciato piace ai professionisti provenienti da tutto il Mondo prenderanno parte alla gara 13 squadre della Categoria UCI World Team, la Nazionale Italiana, 7 squadre dell’UCI Professional Team e 4 squadre dell’UCI Continental Team.

Sei Team alloggeranno a Saronno. In particolare il Team Sky, l’Astana Pro Team e Bora Handgrohe squadra di Peter Segan, vincitore del Mondiale di Bergen 2017 (per la terza volta consecutiva).

Anche quest’anno Rai 3 seguirà in diretta la gara della S.C. Binda per due ore, dalle 15:15 alle 17.
Rai Sport ed Eurosport trasmetteranno, invece, la Tre Valli in 75 paesi del Mondo compresa l’Oceania.
Oltre ad un grande appuntamento sportivo ed un evento storico entrato a pieno titolo nel cuore dei cittadini, la Tre Valli Varesine ha un grande valore culturale di promozione del territorio. Le bellezze della provincia di Varese saranno trasmesse in Mondo visione.

A rendere possibile l’organizzazione di questo grande evento, l’appuntamento sportivo più importante di tutto il varesotto, contribuiscono in maniera significativa, facendo squadra, Istituzioni pubbliche come, in primis, Regione Lombardia, la Provincia di Varese, il Comune di Saronno e il Comune di Varese e la Camera di Commercio di Varese.

La Società Ciclistica Alfredo Binda, guidata da Renzo Oldani, ha lavorato molto per perfezionare ulteriormente il piano sicurezza lavorando di concerto con la Prefettura di Varese, la Questura di Varese, i Carabinieri di Varese, la Guardia di Finanza, Polizia Stradale di Milano, Polizia Stradale di Varese, Polizia Provinciale, Polizia Locale, Anas Lombardia e Protezione Civile.

26092017

7 Commenti

  1. Quando si organizzano gare, secondo me altrettanto importanti, e dal forte “respiro Saronnese” nonchè sociale come per esempio la strasaronno siete pregati, cari Amministratori, di bloccare la circolazione anche per quelle manifestazioni o di pensare a circuiti che permettano a tutti di correre in sicurezza e guidare senza patemi.
    Non che 1500 iscritti (mi pare) debbano correre sulle strade dove possono circolare liberamente anche le auto.
    Questa è una mia opinione si intende. ma non è che le tre valli sono più importanti di altre manifestazioni.
    C’erano i v9lontari ma mi pare un pò azzardato che debbano avere la responsabilità.
    O transenni o non la fai. Non sono 30 iscritti…..

  2. Tirata d’orecchie al giornalista, nell’articolo manca una informazione importante: quanto costa esattamente al Comune e dunque ai saronnesi questo evento?

  3. Con un aiutone di 30 mila euro il basket Saronno, ad esempio, giocherebbe in serie B. Tutto l’anno

  4. I soldi investiti per una partenza di una corsa di sarebbero potuti investire per ulteriori lavori allo stadio che non si è capito quando tornerà agibile per riportare il calcio a Saronno

Comments are closed.