SARONNO – Nemmeno la terza data è stata la volta buona: ieri, mercoledì 4 ottobre, la tangenzialina opera connessa di Pedemontana che collega Rovello Porro a Ceriano Laghetto era ancora chiusa.

Malgrado l’ultimo tavolo tecnico, tenutosi pochi giorni fa a Lazzate nella sede operativa di Pedemontana, avesse indicata questa data come quella di apertura della nuova strada, pronta da fine luglio, le barriere, di plastica a Ceriano di cemento a Rovello sono rimaste al loro posto.

L’inaugurazione era prevista per lo scorso 24 luglio ed entro quella data effettivamente gli operai hanno chiuso il cantiere. Malgrado fosse tutto pronto, dall’asfalto alla segnaletica fino ai guardrail, l’arteria è rimasta chiusa. A bloccare la strada la burocrazia: a luglio mancavano tre nullaosta da parte delle province coinvolte ossia Monza, Como e Varese.

Le autorizzazioni sono arrivate solo a metà settembre tanto che era stata indicata come data di apertura il 4 ottobre.  L’attivazione della nuova strada è molto attesa a Saronno soprattutto per vedere se, come ipotizza l’Amministrazione, si trasformerà in una panacea per lo storico problema del traffico di attraversamento che da anni attanaglia la Cassina Ferrara.

20 Commenti

  1. Ma chi blocca questa opera così utile ?
    I soliti stupidi Burocrati !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Ma è possibile che una strada che attraversa 3 provincie necessiti di 3 autorizzazioni distinte perfettamente identiche tra loro?

  3. so che costerebbe tempo…ma una bella manifestazione ( sit-in ) con in testa i sindaci interessati non sarebbe male …e poi ci si lamenta della Salerno Reggio Calabria

    • La salerno reggio calabria ad oggi è completa e funziona meglio di altre autostrade. Per esempio quella che passa da firenze

  4. Quando la apriranno sarà già ora di rifare l’asfalto e ridipingere la segnaletica.

  5. Se gli egiziani ai tempi dei Faraoni avessero avuto la nostra burocrazia, erano ancora in attesa del nulla osta di agibilità per per poter accedere alla piramide e seppellire Cheope!!!!
    Povera italia!!!!!

  6. Questa è la mancanza di voglia di lavorare di chi sta negli ambienti pubblici gente pagata dai cittadini che dovrebbe fare l’interesse dei cittadini ma come consuetudine e come buon esempio di chi ci governa questo non avviene …..e non voglio rincara pesantemente la dose…..ma un giorno qualcuno si incazzera’ seriamente di questo mal costume e allora si che ci sarà da divertirsi

  7. Ma un chi se frega ? lasciatela chiusa… siamo andati avanti decenni senza ..Non e’ mai morto nessuno.

  8. maledetta burocrazia….questo é uno dei motivi per cui le multinazionali nin vengono piú in Italia. Ma é così difficile da capire?

Comments are closed.