SARONNO – “Non rubate i fiori”: un invito, anzi un appello quello comparso sui muri del cimitero maggiore di via Milano. Una scritta realizzata con semplicità, con un pennarello, sia sui muri perimetrali che sulla colonnina che si trova proprio all’entrata principale, è difficile non vederla. E che sottolinea un problema da molti vissuto e subito all’interno del campo santo, che quando arrivano sulle tombe dei loro cari trovano vasi completamente vuoti quando non del tutto scomparsi.

Una situazione più volte rimarcata dai visitatori del cimitero principale cittadino, dove in passato si erano verificati anche veri e propri blitz da parte di malintenzionati, che avevano fatto scomparire vasi ed arredi funebri in rame. Ma i fiori? Probabilmente c’è chi si limita a spostarli da una tomba all’altra, ed altri che poi li rivendono agli incroci della periferia, “spacciandoli” come… appena colti. Una piega che si trascina da tempo e che nessuno è mai riuscito a risolvere.

06102017