SARONNO – Non è bastato lo spazio predisposto dalla Comunità pastorale Crocifisso risorto per accogliere tutti i fedeli saronnesi che ieri alle 11,30 hanno voluto partecipare in piazza Libertà, sul sagrato della Prepositurale, alla messa di tutti gli oratori.

Cancellate le messe in contemporanea erano presenti tutti i sacerdoti cittadini. Davanti a loro i bimbi di tutti gli oratori cittadini coi familiari, dai genitori ai nonni. Ad accogliere i fedeli don Federico Bareggi che ha cercato di coniugare la voglia di grandi e piccoli di essere in prima linea con le necessità imposte dalle norme di sicurezza. Non a caso, come per le ultime manifestazioni in piazza, le auto della polizia locale hanno bloccato tutti gli accessi. A vigilare sulla piazza anche i volontari della Croce d’Argento.

Tra i momenti salienti il saluto del prevosto monsignor Armando Cattaneo che è partito ricordando “quante cose belle si fanno all’oratorio” e la consegna del mandato ai catechisti degli oratori cittadini. Nell’omelia don Armando è tornato ad insistere sul valore di una comunità unita e ha raccontato come un aneddoto che vede protagonista l’astronauta Paolo Nespoli che dallo spazio ha voluto vedere “il posto più bello, nel mio paese: il mio oratorio, dove ho imparato tutto”.

Al termine della messa la distribuzione del catechismo a tutti i bimbi di terza elementare e di una ricordo per i bimbi di quarta e quinta. Presenti per l’Amministrazione comunale il vicesindaco Pier Angela Vanzulli con gli assessori Francesco Banfi e Maria Elena Pellicciotta.