SARONNO – Addio ad un’altra pagina di storia saronnese: negli ultimi giorni è iniziata la demolizione dell’ex Parma la storica sede dell’azienda di cassaforti di via Marconi. L’edificio era inutilizzato da tempo e al momento non è stato reso noto se l’abbattimento sia legato ad un immediata rinascita dell’area dismessa o solo ad una messa in sicurezza del complesso industriale inutilizzato da molti anni.

Ad occuparsi dell’intervento, realizzato dalla proprietà, Cassavia la società che a Saronno ha seguito la storica demolizione del complesso residenziale del Matteotti “Le Farfalle” e della torretta della tintoria Ferè situata a poca distanza.

La Parma Antonio e figli ha ancora sede legale a Saronno, in via Garibaldi, ma la sede produttiva si trova in via Varese a Solaro. Parma Antonio & Figli, forte della sua gloriosa tradizione e professionalità, è oggi una realtà industriale che, come spiega sul proprio sito internet, “propone sistemi di sicurezza integrati tailor-made e totalmente ‘Made in Italy’, per conservare l’unicità e la garanzia di prodotti di qualità e affidabilità assolute”.

Tutto è nato da Antonio Parma che nel 1870 a Lainate soli sedici anni fonda l’azienda e inizia a produrre piccoli forzieri, torchi per copialettere, chiavi e serrature, puntando sulla specializzazione tecnica per la realizzazione di congegni di sicurezza. Il successo è immediato. In poco tempo riesce a formare un primo nucleo di validi tecnici specializzati e presto il suo nome ed i suoi congegni di sicurezza diventano largamente conosciuti in un’Italia in rapido sviluppo economico in seguito all’unificazione. Nel 1901, con l’elettrificazione dei processi produttivi e non essendo ancora il comune di Lainate servito dall’energia elettrica, Antonio trasferisce l’attività a Saronno, dove nasce un moderno stabilimento per la produzione di serie e la costruzione di impianti completi per caveaux bancari, che dà lavoro a oltre 100 persone. Negli anni Sessanta allo storico stabilimento di Saronno si affianca e sviluppa il più moderno stabilimento di Solaro, nel quale vengono realizzate solo porte corazzate e casseforti di notevoli dimensioni. L’azienda è sempre stata molto legata alla realtà saronnese: negli anni Novanta l’Istituto tecnico professionale di Saronno viene intitolato proprio al Cavaliere del Lavoro Antonio Parma e il 25 ottobre 1998 Parma, insieme ad altri rappresentanti di aziende storiche del territorio, apre il Museo delle Industrie e del Lavoro Saronnese (Mils) anche se ormai la società si è ridimensionata nel più moderno sito produttivo di Solaro.

 

14102017

2 Commenti

    • ma no lasciamo tutte queste aree dismesse a uso di n.afr. e telos… attaccare la spina prima di emettere sentenze.. cosa ci si può aspettare aree verdi? Chi può investire in nuove aree verdi acquistando questi lotti con anche l’onere dell’abbattimento etc.. i comuni? Con le utopie non ci ha mai campato nessuno

Comments are closed.