SARONNO – Appena si è accorto di essere stato scoperto, ha annunciato che smetterà di danneggiare i distributori e si è detto disponibile ad andare a scusarsi personalmente con la proprietaria. La minaccia di essere segnalato alla forze dell’ordine e di informare i genitori sarà probabilmente sufficiente per redimere i giovani vandali che per diverse settimane hanno preso di mira distributori automatici di bevende e cibo.

Al mattino prima di entrare a scuola e al pomeriggio prima di tornare a casa per prendere i prodotti senza pagare mettevano monetine annerite e bruciate nelle gettoniere finendo per provocare danni meccanici ed economici agli automatici. La bravata è finita quando la proprietaria ha affisso un cartello che li informava di essere pronta a prendere provvedimenti e di poterli identificare visto che la zona è video-sorvegliata. Il risultato sono state le scuse di uno dei ragazzi e la promessa di non realizzare più simili bravate.

Due le strade scelte dalla proprietaria il cartello sul distributore e un avviso sul social network Facebook tramite il gruppo “Sei di Saronno se…”. La vicenda ha suscitato una pioggia di commenti sul social network con tanti messaggi di solidarietà per la proprietaria, per i mancati introiti ma anche per i costi di manutenzione sostenuti per riparare i danni provocati dalle monetine bruciate.

(la foto di alcune delle monetine condivisa sulla pagina Facebook Sei di Saronno se)

19102017