SARONNO / CERIANO LAGHETTO / LAZZATE – L’apertura della nuova tangenzialina di Saronno, il collegamento verso il comasco e la Brianza a “scavalco” di Cassina Ferrara, è questione di ore. Il presidente della Provincia di Monza, Roberto Invernizzi, ha infatti siglato il decreto che autorizza ufficialmente la presa in consegna da parte della Provincia monzese del tratto di competenza dell’opera, in gergo tecnico denominata “Trco11”, che appunto collega Saronno-Ceriano Laghetto con Bregnano ed è connessa all’autostrada Pedemontana. Si tratta dell’ultimo tassello di un iter amministrativo che permette di aprire l’intera bretella.

“La sigla del decreto che autorizza l’apertura della tangenzialina è stata la conclusione di un iter amministrativo complesso. Ricordo che nonostante i pesanti tagli alle risorse stiamo continuando a garantire i servizi essenziali con grande senso di responsabilità verso i cittadini grazie anche all’impegno delle professionalità che lavorano nell’ente e che quotidianamente devono affrontare emergenze – spiega il presidente Invernizzi – L’apertura di questa strada è stata accompagnata da polemiche di cui non capisco il senso, considerando anche che la convenzione tra le tre Province coinvolte è stata siglata lo scorso 29 settembre. Anche questa volta ognuno ha fatto la sua parte nel rispetto delle regole e dei tempi necessari per verificare tutte le condizioni per garantirne la gestione in sicurezza. Chi crede nel valore e nell’utilità di questo ente dovrebbe ricordarsi che bisognerebbe pensare prima ai cittadini. La vera notizia è che la strada può aprire: questo è l’unico risultato che conta”.

La convenzione: Provincia MB ha siglato lo scorso 29 settembre una convenzione con le Province di Lecco e Como che impegna li enti nella gestione della nuova viabilità che collega i Comuni di Ceriano Laghetto e Brignano passando attraverso Saronno, Rovello Porro, Misinto, Rovellasca, Lazzate. L’accordo stabilisce che ogni ente si farà carico, nei rispettivi tratti di competenza, della manutenzione ordinaria, straordinaria e del servizio di viabilità invernale. Alla Provincia di Monza e Brianza compete la gestione del tratto che unisce Misinto e Lazzate per un totale di circa 3.8 chilometri.

(foto: l’ingresso fra Rovello e Cogliate della tangenzialina, oggi alle 15)

19102017

6 Commenti

  1. si è fatto lo spezzatino di una strada tra tre province, invece di eliminare le province.

    Poi si vuole l’autonomia della Lombardia, che ha creato quell’ente inutile che è la provincia di Monza-Brianza, e pure dovrebbe abolire la provincia di Varese, accorpando in quella di Milano i comuni del suo hinterland tipo Saronno

    • se è per questo aboliamo anche le regioni e gli stati cosi facciamo prima..solo pianeta terra..

      • la risposta ce l’hai nella domanda…..ma tutti non volevano l’abolizione delle province?? sogno??

  2. “L’apertura di questa strada è stata accompagnata da polemiche di cui non capisco il senso…”.

    Ecco, se ci fosse stata maggiore informazione da parte delle Amministrazioni (con date certe), forse non ci sarebbe stato spazio per la polemica. Diversamente (come, di fatto, è stato), se il Presidente non ne capisce il senso, dovrebbe rivolgere la domanda a se stesso e, immediatamente dopo, cercare la risposta.

Comments are closed.