SARONNO – “La legge Fornero è stata una riforma necessaria, con una serie di errori a cui abbiamo posto rimedio tempestivamente. E’ adesso allo studio un sistema di calcolo per l’abbattimento della soglia d’età di accesso alla pensione basato anche sul nucleo familiare”.

Ad affermarlo nel corso di una intervista televisiva è stato l’altro giorno il parlamentare saronnese Gianfranco Librandi, che dalla scorsa estate fa parte del gruppo del Pd alla Camera dei deputati.

Matteo Salvini della Lega Nord al contrario propone solo di non andare in pensione a 67 anni, senza dire come e dove si possono recuperare le risorse per abbassare l’età di accesso alla pensione. I primi ad essere aiutati sono stati i dipendenti della Lega, licenziati in tronco, ad esempio.

(nella foto di archivio il parlamentare di Saronno, Gianfranco Librandi del Pd, qui con l’ex primo ministro Matteo Renzi durante una vista in città compiuta dal leader del Partito democratico)

20102017

7 Commenti

  1. Ah beh… se è parola di Librandi allora è sicuramente vero il contrario!
    A volte anche amputare una gamba è purtroppo necessario… l’importante è non sbagliare gamba!

  2. Eh, Beppe, sparare (metaforicamente) sulla Fornero è talmente di moda, però Librandi stavolta ha ragione e bisognerebbe chiedere conto a chi ha permesso che si arrivasse a quel punto, anziché fare soltanto battute che (loro sì) non risolvono alcun problema.

    • Librandi (imprenditore e parlamentare da anni) dov’era mentre si permetteva di arrivare a quel punto?
      Altro che battute, qui si parla di triste realtà e pubblicherei i commenti di chi è vittima di tale riforma e non di gente come lui.

  3. Dobbiamo lavorare fino a fine vita per il librandi e per quelli come lui. Contenti??
    Io no di certo.

Comments are closed.