Home Cronaca Raffica di multe dietro la stazione: 40 non rispettano il disco orario

Raffica di multe dietro la stazione: 40 non rispettano il disco orario

1021
17

SARONNO – Pugno di ferro della polizia locale contro i “furbetti della sosta”: martedì mattina gli agenti hanno multato una quarantina di automobilisti “rei” di aver lasciato la propria auto sugli stalli della zona regolata col disco orario più dei 60 minuti consentiti.

Si tratta di controlli che vengono svolti ciclicamente dal comando di piazza Repubblica proprio per evitare che i pendolari occupino per l’intera giornata o per diverse ore gli stalli che dovrebbero garantire, tramite il disco orario un certo tournover.

Del resto i posti auto intorno alla stazione ferroviaria di piazza Cadorna sono decisamente pochi per la mole di auto di passaggio e così soprattutto per quelli più vicini allo scalo si è scelto di privilegiare le soste brevi. Obiettivo del Comune quello di garantire che ci siano degli stalli liberi nel corso della giornata. In realtà sono in molti i pendolari disposti a pagare una multa in occasione dei controlli, pur di poter posteggiare senza limiti di tempo e gratuitamente a poche centinaia di metri dai binari.

19102017

17 Commenti

  1. Mah più che furbetti della sosta direi poveri cristi che non sanno dove parcheggiare e sono in ritardo 🙂

  2. giusto multare… ma perchè non multano e sgomberano tutti quelli che bivaccano sotto i portici dietro alla stazione? Paura?…

  3. Non dimentichiamo che c’è anche chi lavora nella zona della stazione, che già è penalizzato nei giorni di mercato e non risultando come residenti non possono avere il permesso per parcheggiare nelle zone a questi riservate.

  4. evidentemente per poter pagare la Tre valli varesine devono pur recuperare da qualche parte.

  5. La zona disco in quella zona penalizza fortemente i pendolari e lavoratori in compenso è un business per le casse comunali.
    È utile un posteggio a più piani visto che attorno c’è una vasta area agevoLando le sopracitate categorie.

  6. basta giustificarsi con le colpe altrui… bivaccano, spacciano, lavorano, sono in ritardo… fanno benissimo a multare e lo dovrebbero fare tutti i santi giorni!!!

  7. Valutiamo seriamente chi è il possibile utilizzatore dei parcheggi:
    – chi va in centro a Saronno di sicuro non riesce a sfruttarli, con una sosta di un ora, troppo poco per riuscire ad andare a fare eventuali commissioni e tornare indietro,
    – lavoratori degli uffici del retrostazione, obbligati a parcheggiare in quella zona per mancanza di altri parcheggi liberi, i parcheggi a pagamento non offrono uno sconto/abbonamento; quelli vicino alla stazione sono riservati ai possessori di abbonamento

    entrambe queste categorie hanno difficoltà ad utilizzarli, una soluzione sarebbe innalzare il limite a due ore invece che una, in modo tale da tagliare fuori i pendolari ma permettere alle due categorie sopra elencate la possibilità di sfruttarli (stesso concetto applicabile ai parcheggi vicino alla biblioteca)
    invece il comune vuole far cassa e quindi continua su questa strada…complimenti!

    • Avrei scoperto la soluzione del “problema”! Perchè i signori che vogliono posteggiare vicino al posto di lavoro o in prossimità della stazione non si cercano posteggi alla periferia e utilizzano i bus urbani per arrivare in centro? La spesa sarebbe inferiore di quella di un ipotetico silos e sarebbe un buon sostegno alla gestione del servizio cittadino.

  8. il concetto che lo spazio è finito ed è di tutti proprio non passa: i parcheggi devono essere tutti, ma proprio tutti a pagamento. Si vuole un parcheggio multipiano, ovviamente gratuito…io che non uso la autovettura perché mai dovrei pagare con le mie tasse questa cosa???

    • per lo stesso motivo per cui paghi altre cose di cui non usufruisci tu direttamente. Ma siamo abituati sempre a guardare il nostro giardino… Paese di limitati

  9. In quella via i parcheggi costano 1euro all ora o 3 euro tutta la giornata.
    I commenti fateli, ma prima informatevi

  10. Io penso che a Saronno gli unici “furbetti della sosta” sono coloro i quali hanno fatto tutti i parcheggi a pagamento. Accoppiati ad un trasporto urbano utile solo ai saronnesi perché per i paesi limitrofi è praticamente zero. e se non è zero è scomodissimo in termini di fermate e tempi. Lontani anni luce da una situazione decente

Comments are closed.