SARONNO – “Tre valli, ha pagato di più il Comune di Saronno, per avere “solo” la partenza, che Varese dove c’è stato l’arrivo della corsa ciclistica, lunga diretta tv e riflettori puntati”. A farlo notare è Alberto Paleardi, esponente del Pd, che in questi giorni è andato a verificare tutti i carteggi.

“In questi giorni mi sono chiesto: ma quanto spendono per la Tre valli Varesine il Comune di Saronno e quello di Varese? Una rapida ricerca sui siti dei due Comuni ha facilmente svelato le cifre. È una cosa che senza problemi possono fare tutti i cittadini andando a guardare sull’albo pretorio on line dei Comuni. I dati emersi sono i seguenti. Nel 2016 la Giunta di Varese guidata dal sindaco leghista Attilio Fontana aveva dato un contributo di “15 mila iva compresa”, come dice la delibera 302 del 31 maggio 2016, mentre per l’anno 2017 Varese ha ridotto il contributo a soli 10 mila euro come sta scritto nella delibera 416 del 29 settembre 2017″.

E Saronno quanto ha pagato?“Il sindaco Alessandro Fagioli, pure lui leghista, per l’edizione della corsa del 2016 ha speso ben 30 mila euro con delibera 111 del 21 giugno 2016; mentre per la recente edizione 2017 15 mila euro come da delibera 132 del 8 agosto 2017 – fa notare Paleardi – Salta subito all’occhio che nel 2016 Saronno ha pagato il doppio di Varese e nel 2017 ben 5 mila euro in più rispetto al capoluogo di provincia. La cosa imbarazzante, oltre al fatto che Saronno è più piccola di Varese e ha sborsato di più, è che queste somme Fagioli le ha spese per la partenza della corsa mentre Varese per l’arrivo. È chiaro a tutti la differenza di ritorno d’immagine per le città che sussiste tra partenza ed arrivo. Per la partenza due minuti di televisione, per l’arrivo ore di diretta. È evidente che nonostante Saronno abbia pagato nel 2016 il doppio di Varese e nel 2017 abbia continuato a pagare di più ha avuto un ritorno di immagine infinitesimale rispetto a Varese”.

Continua Paleardi:”A questo punto personalmente nonostante tutto, senza fare polemica sui mancati aiuti alle società sportive saronnesi presenti sul territorio tutto l’anno e non solo per qualche ora, mi auguro che Saronno continui a fare parte della corsa ciclistica Tre valli varesine anche il prossimo anno. Però la prossima edizione della Tre valli varesine deve essere una edizione riparatoria per i cittadini saronnesi visto che hanno speso in due anni 20 mila euro in più rispetto ai cittadini varesini: il prossimo anno la Tre valli deve partire da Varese ed arrivare a Saronno. In alternativa Saronno, visto quanto in più ha pagato rispetto a Varese, dovrebbe avere diritto alla partenza gratis per i prossimi due anni!”

20102017

42 Commenti

  1. la tre valli varesine che qrriva a Saronno…al Sestriere circola molto genepy temo (inteso come liquore)

  2. Paleardi tira piu mazzate che non i consiglieri eletti del Pd in consiglio comunale…da riflettere

  3. Bravo Paleardi, se sei così bravo perché la corsa non è mai partita da Saronno nelle prime 95 edizioni?
    Sei tanto bravo, fatti attore protagonista per invertire i ruoli economici e logistici: prossimo anno partenza da Varese gratis e arrivo a Saronno incassando 20 mila euro dall’organizzazione.
    Non sarà forse che gli sponsor sono maggiori e più propensi a pagare per l’arrivo e quindi il Comune ha meno oneri.

    • E allora che partano anche da Varese e non ci vengano a dire “Saronno può dare di più”, basta buttare soldi inutilmente!

    • Paleardi sa bene come funzionano le corse perchè ha vissuto di prima persona la corsa al sestriere e sa bene che l arrivo costa di piu che la partenza…sono solo gli amministratori saronnesi polli che pagano tanto paga pantalone,ovvero noi saronnesi…qualche testa è il caso che salti dopo questa serie di bugie raccontate ai cittadini…

  4. Pianificazione economica…. forse il concetto di economia e dei principi alla base della stessa sono oscuri a qualcuno… o forse dare il via con diretta tv fa acquisire quei 2 minuti di visibilità a cui alcuni anelano è più importante rispetto a altro… il fatto è che dal mio punto di vista e ribadisco dal mio punto di vista sono gli organizzatori delle corse che dovrebbero pagare i comuni e non viceversa ..(e forse in passato è stato così?..) purtroppo c’è qualcuno che si attacca al fatto che i comuni non ci perdono nulla a far partire, passare o finire una manifestazione sportiva ciclistica.. ma è la prospettiva in cui si guarda la cosa che fa capire che se si dovessero modificare le parti le cose sarebbero ben diverse…per tutti..e la comunità penserebbe be va bene disagio di qualche ora ma ho incamerato 15.000 euro per scuole, palestre, biblioteche etc….

  5. Dovrebbero spostare al sabato la partenza…tt qua…!!
    Così i saronnesi trogloditi si danno una sveglia.

  6. La sacrosanta verità è che una spesa del genere sarebbe stata utile a supportare il disagio con cui lavorano le realtà locali che concretamente, tutto l’anno, servono la comunità in termini di offerta sportiva. Ma evidentemente questo aspetto non fa audience e quindi non interessa ai signori governanti più propensi a finanziare eventi utili alla propaganda politica personale. La cosa imbarazzante è che esiste ancora gente che tira fuori motivazioni senza senso (“visibilità” in primis) pur di difendere l’operato dei propri beniamini. Purtroppo questa è la logica imbarazzante seguita da chi governa questa città, e finchè non arriveranno le elezioni dovremo farcene una ragione..

      • Filippo, non agitarti, sono soldi buttati via, e proprio voi della lega che dello spreco fate un’arma di battaglia, alla fine siete come tutti gli altri politici.

      • Dunque cosa? Per finanziare attività di promozione, feste dello sport ed eventi cittadini riguardanti gli sport locali non credo bastino le quote. Neanche la festa delle associazioni sportive (appuntamento tipico settembrino) sono stati capaci di organizzare quest’anno. E questo dimostra l’interesse di questa amministrazione verso lo sport locale. Ma di che cosa stiamo parlando? Ormai le teorie che sostenete per difendere i vostri beniamini sono più imbarazzanti delle politiche adottate dai vostri supereroi..

  7. Non sapete più a cosa aggrapparvi!!!
    Si è ” bravi” quando si dimostra di saper costruire qualcosa, non quando si distrugge quello che ha fatto qualcun’altro e voi negli anni non mi sembra che siate stati d’esempio!!

  8. Il sig.Paleari, probabilmente, non conosce bene le dinamiche inerenti le varie manifestazioni sportive, il peso maggiore viene sostenuto dagli sponsor; cio’ spiega perche’ la partenza e’ avvenuta a Saronno mentre l’arrivo a Varese. Chi ha organizzato la gara ha raccolto piu’ sponsorizzazioni in Varese rispetto a Saronno. Si e’ voluto creare una polemica politica alquanto sterile.

    • Allora o il Comune si organizza e trova gli sponsor (proponendoli all’organizzazione) per finanziare la partenza oppure lascia perdere. La questione non è lo sponsor, ma il fatto che è stato speso denaro pubblico (e non poco) per un’iniziativa inutile per la città (nonostante il disco rotto della “visibilità”, e bla, bla, bla…). Chiaro?

  9. Scusate ma la Binda è una associazione sportiva e il sindaco continua a dire che il comune non puó finanziare le associazioni sportive…io fossi nei presidenti delle associazioni sportive insorgerei!

  10. Degno rappresentante della sinistra clericale che negli ultimi 10 anni ha fatto precipitare l’italia nel baratro….

    • E perché? Direi il contrario, ha fatto quello che un ente pubblico dovrebbe fare, rendere il più chiaro possibile le spese.
      Poi ognuno trae il suo giudizio.
      E l’Italia nel baratro ci è finita l’ultima volta sul serio con un governo di destra… ora la situazione è migliorata, ma finché sia a destra che a sinistra ci saranno sempre gli stessi personaggi dubito cambierà qualcosa. Dipende anche dagli italiani, privilegiare onestà e trasparenza, sempre.

      • Questa me la segno….dove ha vissuto negli ultimi 10 anni….è sempre peggio….ipocrisie sinistre

    • Certo, come no, il debito pubblico dieci anni fa non c’era … Ma mi faccia il piacere!

      • veramente il debito pubblico lo hanno creato in primis i governi democristiani+liberali+repubbliacni degli anni 70, tra l’altro non mi pare che la democrazia cristiana fosse un partito propriamente di sinistra, tutt’altro. E i governi Berlusconi+Lega hanno speso a più non posso, tanto i ristoranti erano pieni

      • Visto che lei è il solito sinistrorso ben informato lo sa che negli ultimi 3 anni il debito pubblico è nuovamente in crescita….siete dei fenomeni!

  11. Il sig Paleardi non era così attento con la precedente amministrazione! Pensi al suo Parco Lura… che forse è meglio

  12. Ma qui si parla del nulla qui si giudica un contributo per un evento trasmesso in tutta Europa…boh certo sicuramente ci sono molte criticità nel paese….ma nessuno dice che grazie a questo governo sinistro clericale noi spendiamo 35 euro al giorno per migrante…mentre i nostri e sottolineo i nostri pensionati in molti casi rasentano la povertà….ipocrisie sinistre

  13. È quest’ estate non hanno tirato fuori 5000 euro per il cineforum, che avrebbe portato per almeno due mesi svago e cultura.

  14. Paleardi vada a fare il revisore alla Deloitte ……. ma mi faccia il favore… criticare e verificare è giusto ma di cose serie daiii..
    Mi auguro la 3 Valli anche il prossimo anno !

    • basterebbe far pagare il pubblico come in ogni sport degno di nota ? . Tutto sommato uno vede i propri beniamini da vicino, chi non pagherebbe 10 euro per questo??

Comments are closed.