SAN COLOMBANO AL LAMBRO – Dopo due partite casalinghe consecutive, il Sancolombano domenica torna in trasferta per affrontare l’Fbc Saronno in quel di Cesate (calcio d’inizio alle 14.30). In casa Sancolombano, dopo la seconda vittoria consecutiva che conferma l’ottimo ruolino casalingo, si vuole invertire la rotta lontano dal “Riccardi”. Dieci dei dodici punti in classifica sono stati raccolti dai ragazzi di mister Tanelli tra le mura amiche, mentre i due pareggi e le altrettante sconfitte in trasferta meritano un assoluto cambio di rotta. Un cambio che dev’essere soprattutto in termini di risultato perché, Vigevano a parte, le prestazioni fuori casa non sono state proprio tanto negative. Ora la forma in crescita di elementi come Albertini e Piccolo, condizionati da infortuni in avvio di stagione, così come la crescita di tutto il gruppo e l’entusiasmo del momento lasciano i milanesi ben sperare per l’impegno di Cesate, dove mister Paolo Tanelli avrà a disposizione l’intera rosa.

Il Sancolombano se la vedrà dunque che gli amaretti, che si trovano in coda alla classifca, una vittoria e due pareggi nelle prime otto gare hanno fruttato un bottino di cinque punti che non è certo quanto si aspettasse la dirigenza saronnese. Un cammino che ha portato al cambio di allenatore: fatale a mister Andrea Mazza la sconfitta di Lodi, nel turno infrasettimanale, con il Cavenago Fanfulla. Dopo l’autogestione nella gara con l’Ardor Lazzate, la dirigenza ha affidato la squadra a mister Claudio Pilia, che dopo la sconfitta interna con il Lomellina ha conquistato il primo punto domenica in casa dell’Union Villa Cassano.”Una partita che non va certo presa sotto gamba, un po’ come tutte le gare in questo girone dove per ora non sembrano esserci squadre che fanno da comparsa – fanno notare da San Colombano – A livello di nomi, la rosa del Saronno presenta giocatori di categoria come l’ex Trezzano Torrisi, che fa coppia al centro della difesa con l’ex Fenegrò Favero. In mezzo al campo è rimasto capitan Scavo, giocatore di assoluto valore, mentre altri giocatori nel reparto avanzato come Surace, Corona, ex Atletico Sangiuliano, e Niccolò Colombo meritano sempre attenzione”.

27102017