SARONNO – Musica ad alto volume, centinaia di volantini distribuiti ai passanti, un banchetto, 4 striscioni e gli ormai celeberrimi foglietti con slogan contro la locale “Insulta chi ti multa” e “Odia la polizia”. Sono questi gli ingredienti del presidio organizzato oggi in piazza Portici dagli anarchici del centro sociale Telos.

I giovani sono ritrovati a partire dalle 15 in piazzetta Portici nel cuore di Saronno. Per prima cosa hanno “srotolato” e appeso sulla recinzione del cantiere una serie di striscioni. Diversi gli slogan “urlati” dai colorati caratteri cubitali dalla scritta in bianco da “Tout le monde deteste la police” a “Non lasciamo in pace in pace chi fa la guerra”.

Quindi hanno iniziato a distribuire volantini con una nota che spiegava le ragioni del presidio antimilitarista in programma oggi. Una manifestazione che, complice la musica ad alto volume che ha invaso la piazza fin dalle 15,15 non è passata inosservata. Tra i passanti tanti hanno preso i volantini e qualcuno si è fermato a curiosare e fare domande.
Dall’altra parte di piazza Libertà, all’inizio di via Mazzini una pattuglia della polizia di stato ha monitorato l’evolversi della situazione.

28102017

16 Commenti

  1. No ma volevo ringraziarli per i 400 euro (più iva) spesi da me e i condomini per cancellare le loro scritte sui nostri muri. Mi date i loro nomi che gli invio la fattura a casa? Andrebbero tutti presi a @@@@@ nel @@@@@ senza se e senza ma. E c’è gente che li difende, ma bravi

  2. Fintanto che la polizia sta a guardare mentre questi gruppi gridano odia la polizia , insulta chi ti multa la figura che ci fa la polizia non è molto bella ed anche le istituzioni che dicono di governare il territorio

  3. Ma basta con qieste manifestazioni non autorizzate fatte di sabato: volete rovinare e farci chiudere per sempre le attivitá commerciali!

    • Infatti il centro pullula sempre di vita… la tua crisi commerciale non è certamente colpa dei grandi centri commerciali con prezzi più vantaggiosi… maledetta musica fastidiosa

    • basterebbero i 32 poliziotti locali, che invece dove sono con i manganelli, le pistole e lo spray urticante?? al vicino negozio del “mago”???

      • Manganelli, pistole ??? Per cosa… dialogo No? Visto che erano lì anche per parlare con la gente…

  4. Per fortuna che ci sono i Telos a riempire la piazza. Viva la gente per la via quando accompagna una idea viva e priva di false ipocrisie.
    I commercianti saronnesi con la loro scarsa visione e la ricchezza di un passato da dimenticare hanno trasformato Saronno in un deserto.
    Viva la musica in piazza ad alto volume!

  5. Odia la polizia ahahah! e chi mai interverrà in vostra difesa quando qualcuno finalmente si deciderà a rifilarvi gli sberloni che meritate?

    • Perché non sei andato tu a tirare queste sberle? Stai pur tranquillo che la polizia non ti picchierà… è incredibile quanta violenza riesca a scaturire un banchetto con dei volantini e della musica.

  6. ma questi Telos sono di Saronno autoctoni o ci sono anche in altre località? Quanti Saronnesi ci sono in questa chiamiamola ”organizzazione”? Poi è vero che è da mesi che non metto piede in centro anche se vivo a 100 mt… meglio così mi sono perso le solite idiozie scritte, oltre a risorse e altro in giro..non so in che stato sia il commercio Saronnese anche se non giova a un centro città borghese e ricco tale dimostrazione di cattivo gusto…

  7. ma in effetti è meglio un banchetto in cui se qualcuno è interessato può chiedere cosa pensano… che manifestazioni con a seguito bombolettatori etc… alla fine se nei foglietti c’è scritto qualcosa di offensivo verso qualcuno ne risponderanno al qualcuno, tra l’altro odia la polizia non riesco a capirla.. se stai alle regole della società non hai problemi se le infrangi paghi.. ( se non è la polizia è mr X che è in giornata no e se ledi la sua proprietà ti mena…)…ma alla fine sono il male minore di un centro che ha una curva degenerativa… invece reputo in forte ascesa la zona di via S.Giuseppe molto più interessante

Comments are closed.