Home Città Ex Saronno-Seregno, petizione pro sbancamento. Raccolte 13 firme

Ex Saronno-Seregno, petizione pro sbancamento. Raccolte 13 firme

835
17

SARONNO – “Avanti tutta nello sbancamento della ex ferrovia Saronno-Seregno” è questo il titolo della petizione lanciata nelle ultime ore da parte dei saronnesi favorevoli allo sbancamento della massicciata dell’ex Saronno Seregno.

La petizione è realizzata sul sito www.change.org ed al momento ha raccolto 13 adesioni. Ecco le motivazioni per cui è stata realizzata la raccolta firme che sarà consegnata al sindaco Alessandro Fagioli.

Firma per:
far vedere, che sono più persone che vogliono una greenway a livello di campagna e non una sopraelevata, in grado di limitare la privacy alle persone, che vivono all’interno delle case sulla greenway.
sbancare un rudere dismesso, che rovina la qualità del quartiere a sud della massicciata
rendere un nuovo look al quartiere
rendere una nuova viabilità nelle vie Don Monza e via Reina, allargando la sede stradale con costruzione marciapiede in via Don Monza e rendere meno difficoltoso il passaggio a pedoni,ciclisti e autovetture.
Firma perchè:
vogliamo un grande parco dove si utilizzino tutti i 10 metri di base della massicciata
vogliamo panchine,giochi per i più piccoli e aree picnic
vogliamo una super ciclopedonale. 

Da giovedì scorsa sulla stessa piattaforma è attiva la petizione “Ferma la demolizione della storica massicciata ferroviaria ex Saronno-Seregno” che ha raccolto 1900 firme in una settimana.

17 Commenti

  1. Poveri.
    Se va giù la massicciata non ci sarà una green way. Ci sarà una strada a doppio senso.
    Non ci saranno case su una green way ma case su una strada.

  2. Scusate ma per anni non e’ esistito il problema privacy? Siamo proprio un popolo diviso da tutto e mai solidale con l’interesse non personale.

  3. Aggiornamento ore 21:50: pro abbattimento 14; contro abbattimento 1.933
    Nessun commento.

  4. Avete scritto, e lo sapete, delle bugie. I ponti si potrebbero allargare di circa 160 cm senza abbatterli. Quello che vogliono realizzare Fagioli e Lonardoni sono una strada con parcheggi e a fianco una pericolosissima ( a fianco automobili, e tre attraversamenti a raso) pista ciclabile. poi per arrivati al ponte di ferro metterete degli ascensori? Non fatemi ridere e sopra tutto non scrivete balle! Prima di firmare informatevi! Per ultimo rimuovendo la massicciata si solleverà l’amianto: prima si deve bonificare altrimenti molti altri ammalati e morti per cancro!

  5. Con la pista ciclabile a livello terreno, tutti i ciclisti potranno accedervi direttamente da via F. Reina, da via padre Monza, da via Piave oppure, dal confine est ed ovest di Saronno.
    Con la pista ciclabile sopra il terrapieno nessuno delle zone citate potrà accedervi.

  6. Ahhaha si salvi chi può’… l’ennesima cantonata dell'”atletico” sindaco e del suo amico brizzolato …. Pensano proprio che i cittadini siano stupidi…. lo sanno tutti e l’hanno detto anche loro che VOGLIONO LE MACCHINE! e ora provano a mescolare le carte con queste pagliacciate! Ormai e’ chiaro a tutti che di verde ha solo il fazzoletto…

  7. È normale. Chi è d’accordo non ha interesse a confermare la proposta di demolizione.

Comments are closed.