SARONNO – Chiuso e smantellato: dopo pranzo il cantiere per la demolizione dei ponticelli della ex Saronno-Seregno già non c’era più. Dopo la comunicazione della Soprintedenza alle Belle arti e paesaggio, reti, cartelli e divisori in cemento che erano stati posizionati solo poco prima in prossimità del ponte di via Filippo Reina sono stati smontati e portati via dalla ditta incaricata da Ferrovienord di eseguire le opere.

Per ora dunque non se ne farà nulla, spariti anche i cartelli gialli che annunciavano la possibile chiusura della strada sino al termine dei lavori, fissata il 7 dicembre. Gli operai se ne sono quindi andati, erano circa le 15,30 ed al loro posto sono arrivati molti abitanti nella zona, decisamente stupiti nel vedere a quel che stava accadendo, ed in cerca di spiegazioni. In prima mattina ad attendere gli operai per l’annunciata demolizione c’erano alcuni cittadini ed anche attivisti del centro sociale Telos, contrari all’intervento ed anche il consigliere comunale Franco Casali di [email protected], ed Alberto Paleardi del locale Pd.

06112017

9 Commenti

  1. Vergognatevi, state bloccando il progetto che andava a BENEFICIO di tutti i cittadini per una vostra battaglia politica.

  2. Ecco perché l’Italia non riesce ad evolversi. Per colpa di pochi ci rimettono sempre tutti i cittadini che vogliono cambiare in meglio. Sono esterrefatto.

  3. Ecco…hanno trovato un altro motivo per bloccare tutto. Da cittadino saronnese mi vergogno di alcuni soggetti sempre contrari a prescindere e di questo paese sempre bloccaro dalla burocrazia.

    • Ma cittadini chi? Come si permette lei di dire cittadini…parli per lei cittadino, uno, al singolare. E se guardiamo ai cittadini siamo a 0 e burocrazia 1; stiamo perdendo dei preziosi investimenti per la città…che cosa ha da gioire?!

  4. buon senso? per cosa? per tenere una linea in disuso, inutile, un terrapieno che sega in due una città affamata di spazio, ponticelli che altro non sono che una zona difficile da illuminare e una strettoia della strada…tenerli per cosa? ci sono ben altri monumenti storici che vale la pena di valorizzare…mica 4 mattoni ammuffiti. Direi “palle al piede” 1 e buon senso 0 se proprio dobbiamo dare un confronto…ma in realtà solo tanta tristezza per una città, un paese, che non ha proprio alcuna speranza di andare avanti, in cui tutti sono pronti a mettere i bastoni tra le ruote…
    raccolta firme per la demolizione!
    qui una

Comments are closed.