SARONNO – A fare da passaparola alcuni foglietti distribuiti ai rappresentanti negli ultimi giorni che invitavano alla mobilitazione per mercoledì 16 novembre. Il risultato è stato che stamattina un centinaio degli oltre 900 studenti dell’istituto tecnico commerciale Itc Gino Zappa di via Grandi sono rimasti in cortile.

Non sono entrati in classe dando vita a quello che hanno chiamato “sciopero bianco” per protestare contro la temperatura troppo bassa che da tempo si trova nelle aule e nei laboratori. “I problemi con i riscaldamento ci sono da diverso tempo – spiega una studentessa di terza – capita spesso che faccia freddo nei laboratori o nelle aule. Nei mie tre anni mi è capitato spesso in inverno di far lezione con cappotto e cappello”. Negli ultimi giorni però spiegano i ragazzi, in piedi davanti al cancello dalle 8,30 di stamattina, la situazione è peggiorata. “Nella nostra classe c’erano meno di 15 gradi e capita spesso qualcuno di noi si porta anche le coperte in classe. Alcuni docenti per questioni di disciplina ci fanno togliere comunque cappelli e cappotti altri invece ci invitano a coprirci”. Da qui la decisione di organizzare la protesta. I ragazzi sono rimasti nel cortile dell’istituto. La polizia locale ha effettuato un sopralluogo ma l’ingresso e l’uscita di docenti e personale avveniva assolutamente regolarmente. A lamentarsi negli ultimi giorni della temperatura della palestra anche alcune associazioni sportive che la usano nel pomeriggio-.

La dirigenza scolastica spiega che effettivamente negli ultimi giorni si sono registrati dei problema ma che è stata allertata la Provincia, proprietaria dello stabile, che ha provveduto ad effettuare le prime riparazioni. Intorno alle 11 effettivamente nell’istituto era all’opera un tecnico per accertamenti sull’impianto e per verificare la temperatura nelle diverse aule “che è risultata essere nei limiti previsti dalla normativa”.

16112017

6 Commenti

  1. E non parlare delle finestre con spifferi grandi quanto palle da baseball,per esperienza personale 5 anni chi era seduto vicino le finestre in inverno sempre col giubotto,sistemate la caldaia e le finestre che sono ridicole

  2. Vorrei precisare che le temperature arrivavano anche sotto i 18 grandi dopo il controllo del tecnico, per cui non rientravano nei limiti previsti dalla normativa.

  3. Hanno fin qui contribuito al contenimento delle emissioni di PM10 a Saronno. ….ECOLOGICI!!!!!

  4. Dite come sono andate veramente le cose, che anche dopo il controllo del tecnico è stato riferito che nelle classi la temperatura era di 17°C

Comments are closed.