RESCALDINA – Ancora polemiche per i corsi di arabo per bambini a Rescaldina. Il responsabile di Forza Nuova, Federico Russo, sottolinea:”Nei giorni scorsi abbiamo affisso con due pezzi di nastro adesivo uno striscione di carta fra la bacheca e la cancellata della biblioteca, sede del corso; quindi senza bloccare nessun passaggio ne danneggiare irrimediabilmente alcuna struttura. Inoltre abbiamo depostoqualche decina di foglietti riportanti non genericamente “frasi contro l’Islam”, come riferito da qualcuno, ma vere e proprie citazioni del Corano sull’odio verso gli infedeli, sul disprezzo delle donne e sui matrimoni fra gli adulti maschi e bambine già dall’età prepuberale. Tale iniziativa è stata svolta in orario serale in quanto nel restante arco della giornata siamo impegnati nelle nostre mansioni lavorative e non abbiamo alcun timore a replicare a chiunque ed in qualsiasi sede le nostre posizioni”.

Prosegue Russo:”Abbiamo atteso qualche giorno a produrre questa nota ritenendo più opportuno visionare tutti gli articoli in merito, non possiamo che affermare di avere fatto centro: lo svolgimento del corso è stato difeso da più parti non come approfondimento linguistico ma come vero e proprio “strumento di integrazione”. Ci chiediamo quale positivo insegnamento possano apprendere i bambini italiani da una concezione sociologica “pacifista” totalmente distante dalla realtà, ci chiediamo quale positivo contributo all’integrazione possano dare proprio i bambini stranieri musulmani se non si menziona minimamente la totale incompatibilità della loro cultura, delle loro tradizioni, dei loro comportamenti con i nostri. Da qualche anno a questa parte la contrapposizione fra noi ed i nostri avversari politici si è notevolmente inasprita, non certo a causa di nostre scelte ma perché da essi è impersonato un continuo tentativo a stravolgere la realtà e così, parafrasando Gilbert Keith Chesterton, nel campo dell’educazione dei nostri figli, nell’analisi di religioni e culture, nella geopolitica in generale, nella rievocazione di eventi e personalità del passato con la determinazione e la tenacia che ci contraddistingue continueremo ad accendere fuochi per testimoniare che due più due fa quattro, sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono, ancora, verdi d’estate”.

19112017

1 commento

  1. Protesta civile srnza alcun eccesso….per fortuna in Italia c’è ancora libertà di espressione!

Comments are closed.