SARONNO – Tutti in classe per le ultime interrogazioni e verifiche e la simulazione della terza prova per i ragazzi di quinta. Si è conclusa ieri la protesta dei ragazzi dell’istituto tecnico commerciale Zappa contro le temperature eccessivamente basse in corridoi e aule.

Stamattina tutti gli studenti sono entrati regolarmente a scuola. Davanti all’istituto anche una pattuglia dei carabinieri e la dirigenza scolastica. Nessuna protesta o volontà di restare fuori i ragazzi, complici anche l’incombere delle scadenze scolastiche tutti sono entrati in classe. In programma diverse interrogazioni e compiti in classe e per i ragazzi di quinta la simulazione della terza prova.

Tutto tranquillo anche negli altri istituti dove ieri si era risentito dell’agitazione per i blitz degli anarchici che con volantini e fumogeni sono entrati in cortili invitando i ragazzi a lasciare l’aula e ad unirsi alla protesta.

Ieri, secondo giorno della protesta degli studenti contro le temperature troppo basse all’interno dello Zappa, è intervenuto anche il team di esperti della Provincia, proprietaria del plesso scolastico, per cercare di risolvere il guasto che malgrado l’accensione della caldaia a mezzanotte come programma fa si che aule e corridoi restino fredde fino alle 11.