SARONNO – Un giro tra i commercianti proprietari delle vetrine e dei muri danneggiati, dal raid anarchico della vigilia di Natale, per fare il punto della situazione e invitare le attività danneggiate a sporgere denuncia. E’ quello realizzato ieri dall’assessore al Commercio Francesco Banfi con il presidente Ascom Antonio Renoldi.
L’obiettivo è semplice ascoltare i commercianti, far sentire la vicinanza dell’Amministrazione ed esortarli a sporgere denuncia.

“La mattina di Natale avevo già sentito i commercianti più colpiti – spiega il presidente Ascom – e ieri con l’assessore abbiamo fatto un secondo giro per ascoltare e valutare il da farsi. Dopo il 5 gennaio, con il ritorno del nostro legale, valuteremo le azioni da intraprendere”. Al momento sono solo due i commercianti che hanno sporto denuncia e l’idea è proprio quella di sollecitare un intervento su questo fronte e valutare se ci siano le condizioni per costituirsi per danno di immagini.
Il pomeriggio ha visto anche un incontro tra l’assessore alla partita e il presidente dell’Ascom con il comandante della polizia locale Giuseppe Sala e quello con alcuni storici commercianti cittadini che sensibilizzeranno i colleghi sulla necessità di un’azione legale forte.

28122017

19 Commenti

  1. beati i telos visto che in itaglia la legge e dalla loro parte.loro lo sanno e continuano indisturbati a scrivere e dannegiare il bene comune.grazie alle istituzioni ai nostri politici e sopratutto ai giudici che li assolvono sempre un aplausooo.

  2. denuncia contro ignoti?…Ops… o meglio noti?… Che si presentasse il conto per il rifacimento delle facciate intaccate dalla vernice… Mi sembra che il codice penale prenda in considerazione il danneggiamento di proprietà altrui…. almeno a legge dicevano cosi…ne basta una di denuncia e la voglia di intraprendere una strada chiara nell’identificazione e presentazione dei conti…

    • “… almeno a legge dicevano cosi…ne basta una di denuncia … ” evidentemente hai studiato legge anche tu. Adesso dimmi dove è finito il Diritto. Io non lo trovo più fuori dalle pagine dei testi. Mi risulta che le denunce sono state fatte, ma su questo stesso giornale è riportata l’assoluzione completa.

  3. Denunciare?! A quale scopo? L’assicurazione ha giá detto che non mi rimborsa un centesimo!
    Lo fará quel parla parla di assessore per il comune? L’associazione commercianti?
    Ma quando mai!
    Ho giá deciso: a gennaio dopo i saldi chiudo Saronno e apro a Legnano dove c’è piú sicurezza.
    Un commerciante ormai ex-saronnese.

  4. La temutissima “arma” della denuncia…
    Spacciatori in stazione e anarchici a zonzo ringraziano infinitamente.

  5. Qiello che non ho capito dopo aver incontrato l’assessore è detto in termini pratici “se ci è o ci fá”? Mi dice di denunciare: ma chi? Io neanche li conosco questi, hanno tutto in comune con le immagini della sorveglianza. Devo chiedere le foto? Risposta: “non posso averle”. Facciano loro allora: perchè non le pubblicano con nomi e cognomi cosí almeno so chi denunciare.
    Grazie.

  6. Queste cose succedono perché per l’opinione pubblica, l’atto violento lo hanno compiuto dei ragazzi con la testa rasata, che entrando qualche settimana fa in un centro pro immigrazione di Como, dove senza distruggere niente e alzare le mani a nessuno, hanno detto quale fosse il loro pensiero verso chi si sta arricchendo dietro una falsa accoglienza pro immigrazione che fa passare in secondo piano quelle famiglie Italiane che stanno peggio degli immigrati clandestini. Quindi di cosa ci vogliamo lamentare se ormai l’Italia sta diventando un grosso centro sociale?

  7. Quindi, se ho ben capito, se non ci saranno denunce la colpa sarà dei commercianti, non del Comune.
    MA QUANDO SE LA PRENDERANNO UNA RESPONSABILITA’ CHE E’ UNA, questi politicanti/amministratori inadeguati ed incapaci?

  8. Quando si sono presentati nel mio negozio mi sono sembrati come il prete e il chierichetto per la benedizione natalizia. Tante parole di conforto, esortazioni a denunciare ma di euro per rifondermi i danni subiti proprio non ne hanno parlato, nè dal comune nè da ascom. In definitiva se la potevano risparmiare questa visita a domicilio, tanto non rinnovo piú l’iscrizione all’associazione e men che mai voteró Banfi o saronno centro o lega.
    Anzi appena trovo e sto crrcando attivamente, sposteró la mia attivitá altrove.

  9. caro banfi era prima che tu e il tuo sindaco dovevate intervenire non aspettare questa devastazione. svegliatevi ne abbiamo piene le scatole della vostra inefficenza

  10. tuta, scarpe a norma, caschetto e guanti… poi a pulire 8 ore al giorno 7 giorni su 7/ poi per 6 mesi pulizia bordo strade comunali e controllo tombini! ovviamente retribuzione ZERO!
    se ci ricascano… doppia dose di lavoro…

  11. SACCHEGGIA IL LUSSO.
    ma sono capaci solo di scrivere alle 2 di notte, a volto coperto.
    Abbiate il coraggio di entrare nei negozi di giorno a viso scoperto e saccheggiateli.
    Anarchici d’acqua dolce.

  12. 1. Denunciare!
    2. Fare opinione: la lettura di una “poesiola” a volto scoperto e senza muovere un granello di polvere è stata alla ribalta delle cronache nazionali
    Questo atto vile e devastante rimarrà sulle pagine di qualche giornaletto di provincia se non ci siamo da fare

  13. “Al momento sono solo due i commercianti che hanno sporto denuncia” Se è per paura di ritorsioni siamo in piena Gomrra.

Comments are closed.