COMASCO – I carabinieri della stazione di Mozzate, nel corso della mattinata, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un cittadino italiano di Carbonate, classe 1992. Nei suoi confronti è stata data esecuzione al provvedimento cautelare con contestuale accompagnamento in carcere per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Le condotte, reiterate nel tempo, hanno avuto quali bersagli la sorella e il nonno: insulti, minacce e schiaffi per i più svariati motivi, tra cui la pretesa di denaro. Il tutto è stato “certificato” dalle indagini svolte dai militi dell’Arma di Mozzate i quali, acquisite le testimonianze e proceduto alle dovute attività d’indagine che hanno confortato quanto dichiarato dai testimoni, sono giunti a raccogliere indizi di colpevolezza chiari e incontestabili. Elementi che hanno portato l’autorità giudiziaria ad emettere la misura restrittiva. Concluse in caserma tutte le formalità, il 26enne è stato trasferito nel penitenziario del “Bassone” a Como.

(foto archivio)

06012018