SARONNO – Ormai mancano pochi giorni alla presentazione delle candidature per le elezioni politiche e regionali e anche tra i saronnesi impazza il toto nomi tra sorprese dell’ultimo minuto e grandi esclusi. Il primo è sicuramente è Alessandro Fagioli per il quale non si prevedono candidature. La famiglia Fagioli potrebbe comunque essere coinvolte attivamente nella tornata elettorale. Tra i papabili candidati alle Regionali si parla di Raffaele Fagioli attuale presidente del consiglio comunale e fratello del sindaco. Tra i leghisti con le carte in regola anche Davide Borghi ex segretario cittadino, consigliere comunale e responsabile enti locali Lega. Tra gli esponenti del Carroccio saronnese certamente il più brillante e con i numeri per guardare oltre la città degli amaretti. Parlando invece di visibilità il guru leghista saronnese è sicuramente Elio Fagioli prototipo del militanti e conosciuto in tutto il Nord Italia per la sua assidua partecipazione alle festa Lega. Anche il suo è stato uno dei nomi di cui si è parlato.

Già pronta alla campagna elettorale la saronnese Lara Comi che potrebbe lasciare il Parlamento europeo per quello italiano. Appare ormai definita la sua candidatura in uno dei collegi uninominali del Varesotto. Per quanto riguarda le Regionali in casa Forza Italia non sembra che tra i candidati guidati da Luca Marsico, troveranno posto dei saronnesi.

Restando in tema di collegi uninominali sembra che anche l’imprenditore saronnese Gianfranco Librandi abbia già trovato il proprio spazio. Secondo indiscrezioni il nuovo acquisto in casa Pd potrebbe essere candidato nel collegio di Bollate (quello che comprende le groane e il bollatese). Per Saronno la grande delusione del Pd per la mancata candidatura del consigliere comunale ed ex segretario cittadino Nicola Gilardoni: se ne parlava nelle primi fasi ma sembrerebbe ormai un’ipotesi tramontata. Prima di Natale aveva annunciato la propria intenzione di scendere in campo Alberto Paleardi ma la candidatura sembra essere rimasta uno sparo nel vuoto.

Già martedì mattina il comitato di liste civiche del saronnese supporteranno la campagna di Giorgio Gori, candidato del centro sinistra, presenteranno il candidato consigliere regionale che potrebbe essere Franco Casali attivissimo consigliere comunale di [email protected] in prima linea nella battaglia per la salvaguardia dei ponticelli e per una mobilità più sostenibile.

Le consultazioni regionali potrebbe vedere il ritorno nell’agone politico anche di Giuseppe Nigro, l’ex assessore alla Sicurezza potrebbe essere il candidato di Liberi e Uguali.

Per quanto risultati delle parlamentarie M5S nei listini bloccati dei collegi di Saronno. Nessun Saronnese in lista. Ancora da definire gli uninominali.

E nel Saronnese? Tanti corteggiamenti e lusinghe per il sindaco di Uboldo Lorenzo Guzzetti. In scadenza di secondo mandato e con una visibilità che spopola su social e tv il primo cittadino ha ricevuto diverse proposte ma al momento non c’è niente di certo. Facile immaginare un impegno elettorale anche per Daniela Restelli il volto della Lega Nord a Caronno Pertusella. Veterana della campagne elettorali, sia comunali sia regionali, è stata sicuramente la più preparata all’incontro con Attilio Fontana a Saronno. Arrivata con bandiere e manifesti e impegnata ad immortalare il momento con foto e selfie è apparsa già in prima linea e decisamente pronta ed operativa.

22012018

19 Commenti

    • uno dei pochi sindaci lrghisti che ha vinto nelle ultime comunali viene messo in un cantuccio dai suoi stessi commilitoni: qualche domandina me la farei…è andata male ai saronnesi, su questo non c’è dubbio.

      • Se venisse eletto dovrebbe lasciare la città in mano a qualcuno altro! Ovvio che non si elegge, invece Guzzetti è a fine mandato quindi può provare

        • Ringraziamo la destra di non aver candidato il nostro sindaco
          altrimenti i Saronnesi come farebbero senza?

        • Candidati in parlamento i sindaci Bianchi (Morazzone) e Galli (Tradate) e Tarantino (Samarate).
          In regione Colombo (Sesto Calende)

          Questi lasceranno la città in mano a qualcuno altro!!!
          Invece il nostro……se ne sono dimenticati…..

    • Va be’ parlare di papà Fagioli è davvero fantastico cit. “conosciuto in tutto il Nord Italia per la sua assidua partecipazione alle festa Lega”

  1. sembra il ballo della sedia… purtroppo qui sembrerebbe che a tutti possa essere garantito il posto…

  2. La sintesi dell’articolo è deprimente per Saronno, se questo è il meglio che si riesce ad esprimere

  3. Va bene sottolineare che non ci sono Saronnesi nelle liste M5S ma dire che le liste sono già pronte e sono le uniche del panorama politico composte con un voto dalla base (primarie) era forse troppo spreco di inchiostro virtuale. Rimediamo.

    Nelle liste bloccate per il parlamento:
    SENATO
    1) Gianluigi Paragone 46 anni di Varese, Giornalista
    2) Paola Macchi 58 anni di Gallarate, Libero professionista
    3) Stefano Bianco 55 anni di Besozzo, Libero professionista
    4) Patrizia Lobi 55 anni di Busto Arsizio, Altra professione

    CAMERA
    1) Niccolò Invidia 28 anni di Maccagno, Ricercatore
    2) Alessandra Viola 40 anni di Samarate,
    3) Cosimo Petraroli 39 anni di Varese, Impiegato
    4) Valentina Licausi 38 anni di Varese, Impiegata

    Per le Regionali candidato alla Presidenza
    Dario Violi 32 anni di Costa Volpino Bergamo

    In lista i Saronnesi troveranno e potranno dare le loro preferenze a:
    Cenci Roberto 67 anni Libero professionista di Besozzo,
    Lucchese Alberto 52 anni Imprenditore di Busto Arsizio,
    Parrino Mattiacarlotta 28 anni Libera professionista di Castellanza,
    Albieri Cristina 52 anni Casalinga di Induno Olona,
    Mirko Bresciani 44 anni Impiegato di Gallarate,
    Cutillo Givago 22 anni Studente di Tradate,
    Carluccio Annamaria 48 anni Libero professionista di Somma Lombardo,
    Franchina Teresa 2 voti 52 anni Impiegata di Tradate

  4. Il fatto che la candidatura diPaleardi sia caduta nel vuoto dovrebbe fargli capire che ormai non se lo fila più nessuno…

  5. M5S ? Utile come una forchetta nel brodo..?
    Scomparira’ .. Grillo sta gia’ facendo altro

Comments are closed.