GERENZANO – “Gerenzano democratica accoglie con soddisfazione la remissione della delega ai Lavori pubblici dell’assessore Pierangelo Borghi.Il nostro gruppo comprende appieno l’amarezza dell’assessore Borghi, che in questi anni ha certamente profuso senza risparmio energia ed esperienza nell’amministrare la cosa pubblica; ma la trasparenza impone che si faccia da parte”. Inizia così il comunicato del gruppo di opposizione dopo la decisione del vicesindaco di restituire la delega ai Lavori pubblici al sindaco Ivano Campi.

Gerenzano democratica aveva il dovere di chiedere che l’assessore rimettesse le sue deleghe in materia di Lavori pubblici dopo il rilievo del segretario comunale, Elena Bello, all’assessore per il quale cui si configurava un conflitto di interesse. Inoltre il recente intervento dell’Ente nazionale anticorruzione raccomanda espressamente a chi ricopra incarichi pubblici in materia di urbanistica, edilizia e lavori pubblici di astenersi dall’esercitare attività professionale sul territorio amministrato, Nonostante il sindaco abbia specificato che lo strumento scelto per chiedere di sfiduciare l’assessore, mozione consigliare, non sarebbe stato idoneo allo scopo dato che le deleghe fanno capo al sindaco stesso, e non al consiglio, noi riteniamo che un intervento delle opposizioni in tal senso fosse indispensabile per mettere l’assessore e il sindaco medesimo di fronte alle proprie responsabilità. Speriamo pertanto che la restituzione della delega non abbia configurato semplicemente un atto formale: chiediamo che chiunque ricoprirà il ruolo di assessore ai Lavori pubblici non incorra in un potenziale conflitto d’interesse e non eserciti attività professionali in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio del Comune, non partecipi, anche informalmente, a riunioni della commissione paesaggistica, non prenda parte alla discussione ed alla votazione di piani urbanistici riconducibili direttamente o indirettamente a lui. Ripristiniamo un minimo di correttezza istituzionale nel nostro Comune” conclude Gerenzano democratica, rappresentato in consiglio da Pier Angelo Gianni (foto).

25012018

1 commento

  1. Gerenzano Democratica ha fatto quello che in una democrazia sana l’opposizione deve fare. Detto questo, chapeau al Sindaco e all’assessore dimissionario. Ne escono tutti a testa alta e con più prestigio.

Comments are closed.