Home Città Coi Lions Host, Saronno in prima linea contro l’hikikomori

Coi Lions Host, Saronno in prima linea contro l’hikikomori

376
0

SARONNO – La conferenza “Mai abbastanza popolari e belli” in programma giovedì 1 marzo all’istituto Legnani di via Carso segnerà l’avvio di un nuovo service del Lions Club Saronno Host. E’ stato ideato per dare una risposta alle nuove forme di disagio degli adolescenti, con particolare riferimento al ritiro sociale, quel fenomeno noto con il nome giapponese di hikikomori che porta i giovani a ritirarsi volontariamente dalla vita sociale, cercando spesso livelli estremi di isolamento e sostituendo i rapporti reali con rapporti virtuali.

Si tratta del primo passo di un progetto sul disagio giovanile che proseguirà negli anni e che porterà all’apertura di un vero e proprio sportello di ascolto gratuito a cui potranno rivolgersi i giovani e i genitori. Scopo dello sportello, in cui sarà presente un team di psicologi, tra cui Mauro Pasqua, è quello di dare supporto iniziale ai ragazzi e alle loro famiglie, con successiva presa in carico del soggetto per l’individuazione di un percorso di riabilitazione vero e proprio che lo porti a recuperare fiducia e uscire dall’isolamento. Il tema dell’isolamento è fortemente legato ad altri temi, come il bullismo, il cyberbullismo e all’abbandono scolastico lo sportello sarà attivato con una costante collaborazione con l’istituzione scolastica e con le iniziative già presenti nelle scuole, come lo sportello Ra.di.ci.

Per la gestione del progetto, che nasce da un’idea del Lions Club Saronno Host che lo finanzia in questo primo anno di avvio, sarà creata una nuova associazione di volontariato, La Città di Smeraldo.

Il nome trae origine dalla favola de Il Mago di Oz, una favola che non tutti conoscono, ma ricca di simbolismi e simbologia sulla crescita e la scoperta del sé.

La Città di Smeraldo è il luogo della Coscienza, la meta per una rigenerazione dell’inconscio e la rielaborazione delle esperienze finalizzate alla presa di coscienza del proprio io, delle proprie potenzialità e dei propri valori. Speriamo che la nostra Associazione possa diventare questo per i ragazzi, consentendo loro di liberarsi da ogni vincolo imposto dai modelli contemporanei e dalle proprie paure, per poter essere liberi di trovare sé stessi. Il progetto ha il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e il finanziamento della Fondazione Comunitaria del Varesotto.

Alla presentazione dell’incontro, ieri mattina, erano presenti il presidente del Lions Club Saronno Host Lorena Uboldi e l’insegnante dell’Itc Zappa Mariassunta Miglino. Relatori del convegno saranno Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta, presidente della Fondazione Minotauro di Milano e Mauro Pasqua, psicologo e psicoterapeuta.