SARONNO- Michele Scavo, capitano e trascinatore con i suoi gol e assist dell’Fbc Saronno, veste biancoceleste da ormai più di 100 partite. In vista del delicato match d’Eccellenza, domenica contro l’Union Villa Cassano, l’attaccante degli amaretti ci racconta il suo pre-partita, tra preparazione ed ex di giornata.

In quanto capitano cosa vorresti dire ai tuoi compagni per la situazione difficile in cui si trova attualmente il Saronno? Quello che sento di dire ai miei compagni è di non mollare mai fino alla fine del campionato. Indossiamo una maglia storica e in quanto tale dobbiamo onorarla comunque vadano le cose. È forse l’anno più difficile da quando sono a Saronno ma l’esperienza mi dice ci crederci perchè salvarsi in questo momento sarebbe come vincere il campionato.

Come vi siete preparati all”incontro contro l’Union Villa Cassano? Sei d’accordo con chi lo definisce l’ultima spiaggia per la salvezza del Saronno? In settimana l’abbiamo preparata con grande attenzione tattica. Nonostante non sia facile visti i numerosi giocatori arrivati da poco o provenienti dalla Juniores stiamo crescendo molto e bene, giorno dopo giorno. Certo che sono d’accordo! È la mentalità giusta con cui dobbiamo affrontare i prossimi match: 10 partite, 10 finali!

Come vivi personalmente questa partita, considerata praticamente un derby dati i numerosi ex sul campo con i quali hai giocato (Pacifico, Della Volpe, mister Antonelli)? È sicuramente una partita importante perchè ritrovo vecchi compagni di squadra e il mister che è stato uno dei punti di forza per la salvezza dell’anno scorso e ha contribuito molto alla mia crescita personale. Domenica però resta una battaglia e non possiamo permetterci di fare sconti con nessuno.

Matteo Guarisco

24022018