SARONNO – Una raccolta di firme contro gli imbrattamenti anarchici a Saronno e contro il centro sociale Telos: è una novità e viene promossa sabato pomeriggio da Sos Italia libera, l’associazione anti-racket il cui presidente e fondatore è un saronnese, Paolo Bocedi. Che spiega a ilSaronno il senso di questa iniziativa: “Chiamo a raccolta tutti i cittadini, gli esponenti della società civile di Saronno – esordisce – Dalle 15 aspetto tutti in corso Italia per dire “no” alle prepotenze del Telos. Non importa se qualcuno ci ha consigliare di lasciare perdere…”

Prosegue Bocedi: “Sos Italia libera non appartiene a nessun partito politico, sta semplicemente dalla parte dei cittadini onesti che pensano che sono arcistufi delle prepotenze dei centro sociali. Pensiamo sia anche tempi che i genitori di questi signorini viziati e nullafacenti insegnino qualcosa ai loro figli”. Entrando nel merito della petizione: “Raccoglieremo le firme dei cittadini stanchi delle prepotenze dei centri sociali, quelle del Telos che ad ogni corteo lasciano dietro un sacco scritte offensive contro le forze dell’ordine, scritte impresse nelle vetrine di negozi e addirittura senza rispetto alcuno nei portoni delle chiese. Più saremo e più incisiva sarà la denuncia che poi depositeremo alla procura della Repubblica”.

(foto archivio: Paolo Bocedi con il sindaco Alessandro Fagioli)

24022018

2 Commenti

  1. Se fate la raccolta firme per i cittadini stanchi delle promesse elettorali mai mantenute io ci sono.

  2. poi fagioli farà controllare dai vigili porta a porta se le firme sono vere? naturalmente iniziando dalla sua

Comments are closed.