SARONNO – Prima il presidio in piazzetta Portici poi il corteo improvvisato tra Municipio e zona a traffico limitato: gli anarchici hanno decisamente movimentato il sabato pomeriggio saronnese.

Alle 15 una quarantina di attivisti si sono radunati in piazza con lo striscione “Cello libero -fuoco alle galere” e “tout le monde detestè la police”. Hanno distribuito un volantino in cui hanno spiegato di essere in piazza in solidarietà al 25enne arrestato due settimane fa per i disordini di Capodanno a Torino.

Alle 1630 i ragazzi hanno sciolto il presidio ed hanno iniziato un corteo improvvisato dietro lo striscione con scritto “Cello libero”. Scandendo slogan contro le forze dell’ordine e lo Stato hanno percorso via Monti, via Tommaseo, via Manzoni e via Marconi. Sono stati bloccati dai blindati dei carabinieri prima di via Cesati ma hanno proseguito su via 25 aprile, via Maestri del lavoro, via Milano. Arrivati in via Caduti Liberazione hanno girato in via Carcano fino a piazza san Francesco dove si sono fermati leggendo il comunicato a sostegno di Cello. Pesanti le ripercussioni sul traffico mentre il centro, soprattutto corso Italia dove c’era il gazebo anti Telos é stato blindato dalla polizia di stato.

13 Commenti

  1. Ma invece di lasciargli fare sempre quello che vogliono non si può iniziare a dare delle sonore manganellate così magari gli entra qualcosa in quelle zucche vuote?!?!

  2. E’ assurdo che ad oggi esistano persone che tengano ostaggio una città, chiudere tutti i centri sociali, chiudere …….. chiudere ……. chiudere !

  3. Hanno rotto le scatole, vadano in Siria se vogliono violenza.
    Eh bastaaaaa dai,
    Non lo hanno un divano a casa per guardarsi un film di qualsiasi genere?

    MARCO

  4. Sono una pacifista, ma nel loro caso faccio volentieri un’eccezione… Idranti e via…

  5. a torino li arrestano a saronno fanno quello che vogliono.congratulazioniii….a chi spettano.

  6. se hanno ottenuto i permessi per manifestare, non hanno scritto con bombolette su muri etc.. non hanno attaccato le forze dell’ordine.. hanno svolto quanto richiesto diligentemente non vedo problemi, alla fine guardandoli in foto non mi fanno certo paura (mi pare di vedere anche dei bimbi a seguito..).
    Insomma hanno rispettato delle regole imposte gridando quello che vogliono dire… tutto qua

Comments are closed.