Home Cronaca Condannato e scarcerato il pusher che seminava droga e telefoni

Condannato e scarcerato il pusher che seminava droga e telefoni

769
8

SARONNO – Pena sospesa per il 28enne tunisino arrestato dai carabinieri nella zona di via Padre Reina dopo un inseguimento durante il quale lo straniero ha cercato di “seminare” sostanza stupefacente e cellulare. Il materiale è stato tutto recuperato e in tribunale, a Busto Arsizio, il 28enne è stato condannato a sei mesi di reclusione. Non è però finito in cella: è stata infatti disposta la sospensione della pena.

L’arresto è avvenuto qualche giorno fa attorno alle 17 quando, alla vista di una pattuglia, l’uomo aveva iniziato a scappare gettando un involucro sotto un’auto in sosta. Era nuovamente scappato, strattonando i militari, e prima di essere definitivamente fermato aveva cercato di liberarsi di altra droga e un cellulare. Tutto il “seminato” era stato recuperato. Complessivamente il pusher aveva con sè 15,6 grammi di hascisc, poco meno di cinque grammi di cocaina e 40 euro in contanti verosimilmente proventi dell’attività di smercio di droga al dettaglio. Le indagini dei militari proseguono su quanto emerso dal telefonino del pusher alla ricerca dei contatti con clienti e fornitori.

(foto archivio)

8 Commenti

  1. Soltanto in Italia prendiamo uno spacciatore, lo arrestiamo e lo rilasciamo con la sospensione della pena!!!

    • tutta colpa di quei cosidetti magistrati. Non se ne può piu’. Chiudiamo la facoltà di giurisprudenza

  2. Mi sarei aspettato ,condannato e rimpatriato, no condannato e di nuovo libero di delinquere ,viva la giustizia italiana !!!!

  3. Mi spiace solo per le forza dell ordine.se la giustizia lavorasse come loro noi cittadini onesti staremmo meglio.

Comments are closed.