SARONNO – Doppia sanzione per il Fbc Saronno. Innanzitutto per quanto accaduto domenica scorsa in campo ed a margine del campo a Cesate durante la partita persa 0-6 con l’Union Villa Cassano, quando nel secondo tempo attorno al 20′ è avvenuto un ripetuto lancio di razzi segnalatori sul terreno di gioco da parte dei tifosi locali, particolarmente indispettiti per il risultato ed intenzionati a fare interrompere la gara.

Al riguardo, oggi pomeriggio il giudice sportivo, Rinaldo Meles, assistito dal rappresentante dell’Aia-Associazione arbitri, Edoardo Piazza, con la collaborazione di Enzo Di Martino e Giordano Merati, ha adottato le decisioni di sanzionare il Saronno con una ammenda di 500 euro, “per introduzione ed uso di materiale pirotecnico che costringeva l’arbitro a interrompere la gara per tre minuti”. C’è anche un’altra disposizione: “Viene rilevato che al momento di accedere alla zone parcheggio la vettura del direttore di gara subiva un danno a causa di un fermo automatico sporgente dal fondo stradale che provocava la rottura di una parte della scocca. In considerazione della modalità con cui si è verificato il fatto si ritiene opportuno disporre il risarcimento del danno senza tuttavia erogare alla società la sanzione dell’ammenda”. Insomma, la società biancoceleste dovrà pagare all’arbitro, Francesco Aloise di Lodi, i danni rilevati all’automezzo. Per quanto concerne il calcio giocato, diffida per il saronnese Galimberti, che sta esaurendo il “bonus” delle ammonizioni.

01032018

2 Commenti

Comments are closed.